Governo: Centinaio, ‘avanti se risultati concreti, il voto lo temono altri’

Roma, 11 giu. (AdnKronos) – “Il governo procede, e procede sui contenuti. C’è un accordo politico fra i due leader e il presidente Conte, ma vorrei vedere risultati concreti”. Lo dice il ministro dell’agricoltura, Gianmarco Centinaio a ‘Circo Massimo’, su Radio Capital. “Penso che sia giusto andare avanti, ma si deve andare avanti con lo stesso spirito col quale abbiamo iniziato e non con quello degli ultimi due mesi”.

Ma andare avanti non vuol dire manovra correttiva: “La considero nefasta, assolutamente no”, chiude il ministro leghista, per cui i prossimi punti in discussione devono essere “decreto sicurezza, flat tax e infrastrutture, temi che sono stati messi sul tavolo nei mesi scorsi e che, alla luce anche del risultato elettorale, gli italiani ritengono importanti. In caso contrario, vivacchiare non serve a nessuno, né al governo né al Paese. Se si dovesse andare avanti con il passo da lumaca degli ultimi mesi… non serve alla Lega, non serve al Paese”.

Andare al voto, per i leghisti, “non è un problema, sono altri che hanno paura ad andare a votare. E non parlo del M5S”, chiarisce Centinaio, “ma anche di altri partiti e di singoli parlamentari: ho vissuto la scorsa legislatura come una via crucis, ogni volta c’erano i responsabili, quelli che volevano bene al Paese, di tutto e di più, ma poi lo facevano non perché volevano bene al Paese ma perché se si fosse andati al voto non sarebbero nemmeno stati ricandidati… era il partito della cadrega”. Se si andasse a elezioni, la Lega è pronta a governare con Berlusconi e Meloni? “Ma anche a governare da soli…”

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here