Lavoro: in sei su dieci più produttivi nelle trasferte d’affari

Milano, 11 giu. (AdnKronos) – Sei viaggiatori su dieci si sentono più creativi e produttivi durante i viaggi d’affari. Lo dimostra una ricerca di Cwt, piattaforma di gestione dei viaggi B2B. I viaggiatori millennial, in particolare, tendono a sentirsi più creativi e produttivi durante le trasferte, soprattutto gli americani (77%), seguiti dai viaggiatori dell’Asia Pacifico (il 75% si sente più creativo e il 73% più produttivo). I millennial europei occupano la terza posizione (rispettivamente il 58% e il 57%).

“Siamo orgogliosi che la nostra attività aiuti a far emergere il meglio delle persone – ha dichiarato Niklas Andreen, Executive Vp and chief traveler experience officer di Cwt -. Tali risultati non sorprendono: il viaggio dà energia, favorisce nuove riflessioni, crea connessioni. Inoltre, non c’è nulla di meglio di un incontro vis à vis”. Lo studio rivela che sei viaggiatori su dieci sono più produttivi collaborando direttamente con i colleghi rispetto a quando lavorano in autonomia (30%) o in remoto (14%). La produttività dei viaggiatori dell’Asia Pacifico trae maggiore vantaggio dalla collaborazione diretta: il 61% rispetto al 53% dei viaggiatori americani ed europei.

La survey è stata creata da Cwt e condotta da Artemis Strategy Group tra il 29 gennaio e il 9 febbraio 2019. Le risposte sono state raccolte da oltre 2.700 viaggiatori d’affari che hanno viaggiato per affari quattro o più volte negli ultimi 12 mesi. I partecipanti provenivano dalle Americhe (Argentina, Brasile, Canada, Messico e Stati Uniti), Europa (Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Svezia e Regno Unito) e Asia Pacifico (Australia, Cina, India, Giappone e Singapore).

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here