PENSIONATO TROVATO MORTO IN UNA FOSSA, IPOTESI ANNEGAMENTO 

E’ morto probabilmente per annegamento Giuseppe Mercuri, il pensionato 68enne di Pago Veiano ritrovato, a tre giorni dalla sua scomparsa, in una fossa profonda e piena d’acqua
lunedì scorso. E’ questa la prima ipotesi del medico legale,  Massimiliano Dell’Aquila, che ha effettuato l’autopsia.

La certezza però potrà essere data ai familiari solo al termine dei 90 giorni  chiesti per gli esami istologici. Una vicenda con un triste epilogo che vede indagate tre persone dalla procura: due eredi del fondo di  contrada Torre in cui il corpo di Mercuri è stato ritrovato e una  terza persona che ne coltivava una parte. L’ipotesi è che il 68enne  sia caduto accidentalmente nella fossa perché non era visibile.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here