Sicilia: Ester Bonafede, ‘Stupita per la revoca della Foss, nessun conflitto d’interesse’

Palermo, 17 giu. (AdnKronos) – “Sono molto stupita. Ho appreso dalla stampa della revoca della mia nomina a Sovrintendente della Foss, perché non mi ha mai chiamata nessuno. Né nei giorni scorsi né oggi. Ma io ho la coscienza apposto. Non ho alcun conflitto d’interesse. Mi dispiace molto perché avevo molti progetti per l’Orchestra sinfonica. In passato, quando ho ricoperto lo stesso incarico, avevo avviato il percorso di risanamento dell’ente”. A parlare, in una intervista all’Adnkronos, è Ester Bonafede, l’ex assessore regionale siciliana a cui oggi pomeriggio è stata revocata la nomina a Sovrintendente della Fondazione dell’Orchestra sinfonica siciliana. La revoca è stata annunciata oggi dal Presidente del Cda Stefano Santoro. “Avrebbe dovuto consegnarci una dichiarazione su conflitti di interesse e pendenze in corso e non lo ha fatto – ha detto – e invece c’è sia un contenzioso in atto per emolumenti da lei rivendicato sia una indagine della Corte dei conti per spese avallate da lei in passato”. Ma Bonafede nega con forza e dice che ha “tutte le carte in regola”.

“Sono veramente stupita – spiega – la cosa più logica sarebbe stata quella di chiamarmi e rendermi partecipe quello che era un problema per la fondazione. I fatti sono eclatanti, speravo di potere fare tante cose, finalmente potevo mettere a frutto la mi esperienza da assessore”. Il Cda della Foss, riunito nel pomeriggio, su proposta del presidente, Stefano Santoro, ha votato una delibera che revoca l’incarico. Bonafede, che aveva già ricoperto l’incarico in passato, era stata scelta tra le decine di curricula arrivati in seguito all’avviso di selezione pubblica. Quella scelta, rivendicata dall’Udc, aveva sollevato, però, un polverone. Adesso il dietrofront del Cda. (segue)

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here