CARCERI: DETENUTO AGGREDISCE TRE AGENTI, CGIL CHIEDE PIANO DI SICUREZZA 

Tre agenti della polizia penitenziaria sono stati aggrediti da un detenuto affetto da patologia
psichiatrica. Uno di loro è finito in osservazione per lesioni
riportate alla testa. E’ accaduto lunedì, presso il reparto di
Psichiatria dell’ospedale Rummo, dove le guardie avevano accompagnato
l’uomo per una visita. E’ stata la Cgil a renderlo noto.

“Ben tre agenti di polizia penitenziaria – scrive il coordinatore del
comparto sicurezza Cgil, Giuseppe Caporaso – sono stati colpiti dalla
violenza indicibile, furiosa e improvvisa da parte del detenuto, tale
da scaraventare a terra un agente poi colpito alla testa e trasportato
in osservazione presso un altro reparto. Con quest’ultimo siamo al
ventesimo caso di aggressione refertata nell’arco di un solo mese,
l’alta frequenza di tali incidenti è ormai divenuta una vera e propria
emergenza”.

“Chiediamo la predisposizione di un piano di sicurezza e tutela per
gli agenti – conclude il sindacalista -, misure reali applicabili per
prevenire tali episodi. Occorre innanzitutto aumentare le unità del
personale e, successivamente, verificare l’organizzazione del reparto
di Psichiatria presso la casa circondariale di Benevento, dove anche
il personale sanitario è quotidianamente esposto al pericolo di
aggressione”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here