Benevento sporca, la Uil spiega cosa sta accadendo

La UL   trasporti Asia Benevento Spa visto che da un po di tempo si stanno creando difficolta’ nel recupero dei rifiuti in città precisa che  da quando si e’ verificato l’ incendio dello Stir di Casalduni l’ azienda ha dovuto portare a smaltimento i rifiuti non riciclabili presso lo stir di tufino in provincia di napoli e dopo la chiusura della ditta Seif dove sversavamo i rifiuti organici siamo stati costretti a smaltire presso l’ impianto tortora sito a Castel. S. Giorgio in provincia di Salerno.

Vista la lontananza per raggiungere gli impianti per lo smaltimento dei vari rifiuti gia si creano grosse difficolta’ per i tempi, a tutto questo si aggiunge che l’ impianto di tufino se va tutto bene un autocompattatore riesce a scaricare almeno dopo 20 ore di attesa, l’ impianto di tortora rimanda una parte di rifiuti da smaltire indietro in quando non sono differenziati bene. tutto questo comporta danni economici all’ azienda, si ripercuote sul servizio per la raccolta in citta’ e quindi non potendo completare la raccolta per mancanza di mezzi e autisti perche’ fermi agli impianti di smaltimento per ore .

D giorni come pubblicato sui giornali il sindaco di Benevento on. clemente mastella ha chiesto un incontro a livello regionale per trovare soluzione alternative per scongiurare un’ altra emergenza rifiuti come negli anni scorsi.

Si comprende che i cittadini sono arrabbiati perche’ contribuenti, ma vi posso assicurare che la colpa dei mancati ritiri non e’ne l’ azienda ne chi ci amministra e solo perche’ non si riesce a smaltire agli impianti di smaltimento. Come gia’ dichiarato a settembre sara’ chiusa una linea del termovalozzatore di Acerra, dove sicuramente si avranno maggiori difficolta’ per lo smaltimento e chiaramente anche per il recupero dei rifiuti in citta’. Piu’ delle volte vengono pubblicate foto di mancati ritiri senza conoscere le motivazioni, e innescare commenti inutili visto che la maggior parte delle volte e perche’ non sono differenziati e bisogna intervenire con i vigli urbani per elevare sanzioni.

Voglio solo precisare che in altre realta’ gia’ stanno in emergenza, noi con tanti sacrifici riusciamo a dare ancora dignita’ alla nostra bella citta sperando che on. Mastella unitamente all’ amministratore unico e il direttore tecnico riescono in tempi brevi a trovare soluzioni alternative.

 

Pasquale Melisi

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here