Migranti: Procuratore Palermo, ‘Corte ha ritenuto Mered trafficante esseri umani’

Palermo, 12 lug. (AdnKronos) – “Sia pure con riferimento a una parte dei reati che erano stati contestati all’imputato, la Corte d’assise ha ritenuto Mered un trafficante di esseri umani e, quindi, tutte le affermazioni circa il fatto che fosse un povero falegname perseguitato ingiustamente, evidentemente, si sono scontrate con le prove che la Procura ha portato contro di lui”. Lo ha detto all’Adnkronos il Procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi, commentando la condanna a cinque anni di carcere per Mered Medhanie Yedhego, l’uomo arrestato in Sudan ed estradato nel 2016 in Italia con l’accusa di essere a capo di una delle maggiori organizzazioni criminali che gestiscono il traffico di migranti. Per i giudici si tratta di uno scambio di persona. L’imputato non sarebbe l’uomo ricercato ma Medhanie Tesfamariam Bere, un giovane comunque coinvolto nel traffico di migranti e condannato per questo a 5 anni di reclusione per favoreggiamento.

“Specie con riferimento alla sua partecipazione ad attività di traffico di esseri umani, come emerso dall’esame delle sue telefonate e di quanto emergeva dal telefono in suo possesso – dice Lo Voi – per il resto aspetteremo la lettura della sentenza e valuteremo cosa fare”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here