Difficoltà approvvigionamento idrico Comuni, vertice in Prefettura

Il Prefetto di Benevento, Francesco Antonio Cappetta, ha convocato, nella mattina di oggi, venerdì 19 Luglio 2019, presso il Palazzo del Governo, una riunione di coordinamento riferita alle problematiche di approvvigionamento idrico dei comuni di Campolattaro, Pago Veiano, Pesco Sannita, Pietrelcina, Pontelandolfo e Reino; tutti gestiti dall’Alto Calore Servizi S.p.A. ed ai quali si è aggiunto San Leucio del Sannio.

All’incontro hanno partecipato Sindaci e delegati dei Comuni interessati, l’Amministratore Delegato di Alto Calore Servizi S.p.A. ed il dirigente tecnico della società, la Direzione Generale Ciclo Integrato delle Acque della Regione Campania, l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale, il Distretto Calore Irpino dell’Ente Idrico Campano, la Provincia di Benevento ed il Genio Civile di Benevento.

I Sindaci presenti hanno preliminarmente, per sottolineare l’impegno concreto operato dagli enti locali, illustrato gli interventi di ammodernamento della rete di distribuzione già eseguiti e programmati con risorse proprie e/o fondi regionali, a fronte dei quali vi è, invece, una situazione di estremo disagio per la popolazione residente causata da una insufficiente erogazione idrica.

In particolare hanno chiesto che nel periodo estivo, durante il quale vi è un elevato afflusso di turisti con conseguente aumento dei disagi, l’Alto Calore Servizi incrementi la portata di acqua resa disponibile e che si avvii la programmazione e realizzazione di opere che consentano di eliminare definitivamente il problema.

Il Prefetto ha sollecitato ad Alto Calore Servizi ed a tutti gli Enti competenti presenti una pronta e completa risposta alle esigenze dei cittadini provvedendo nell’immediato a fare ogni sforzo per assicurare un ottimale servizio di distribuzione della risorsa idrica, erogando l’acqua nella giusta quantità e con continuità, e programmando nel medio e lungo termine la realizzazione di un sistema integrato in grado di assicurare il corretto funzionamento di tutti i servizi.

Per la programmazione e realizzazione di opere strutturali la Regione ha annunciato l’avvio dell’attività istruttoria volta a consentire l’utilizzo della Diga di Campolattaro per l’approvvigionamento idrico della popolazione, con un apporto di acqua valutato tra i 180/200 l/s, e l’istituzione di un tavolo di coordinamento ed ascolto delle istanze degli enti locali, che sarà gestito insieme alla Provincia di Benevento.

L’Amministratore Delegato dell’Alto Calore Servizi dopo aver delineato le difficoltà finanziarie e le conseguenti carenze di personale dell’Azienda, ereditate all’accettazione dell’incarico, si è detto fiducioso che a breve, al termine di una faticosa opera di risanamento, sarà possibile procedere a nuove assunzioni di agenti tecnici ed attuare un percorso virtuoso che porterà all’ottimale espletamento del servizio.

L’ing. Monaco, dirigente tecnico, ha evidenziato che buona parte delle disfunzioni sono da addebitarsi ai danni causati dagli eventi alluvionali del 14/20 Ottobre 2015 ai sistemi di adduzione e distribuzione utilizzati da Alto Calore Servizi S.p.A. per l’approvvigionamento idrico dei comuni presenti all’incontro; precisando che l’Azienda ha, all’epoca, prontamente riattivato il servizio con opere provvisionali che, ovviamente, non potevano e non possono garantire erogazioni esenti da disfunzioni.

Comunque ha assicurato che l’imminente conclusione dei lavori avviati per il ripristino funzionale degli acquedotti danneggiati, realizzati con celerità, rispetto ai tempi imposti dal nuovo codice degli appalti, grazie alla preziosa sinergia con il Genio Civile di Benevento, consentirà dai primi giorni di Agosto, gradualmente in modo da evitare che la maggiore pressione provochi rotture delle condotte di distribuzione, di aumentare il quantitativo di acqua erogato ai comuni.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here