RICCIARDI (M5S): OK DEL CIPE A COMPLETAMENTO NAPOLI-BARI E PRIMO LOTTO TELESINA

L’ok del Cipe all’aggiornamento 2018-2019 dei contratti di programma Investimenti Rfi-Mit 2017-21 rappresenta un cambio di passo nella contrattualizzazione di circa 15,4 miliardi di euro in più. Risorse che saranno impegnate, in particolar modo, per il recupero del gap infrastrutturale del sud (a cui è destinato circa il 51% delle nuove risorse), per accelerare di 15 anni l’installazione di tecnologie ERTMS (European Rail Traffic Management System) su tutta la rete, così da rendere il sistema ferroviario italiano tra i più avanzati al mondo per sicurezza, prestazioni ed efficienza, grazie a un investimento di 1,7 miliardi di euro finalizzato all’ammodernamento tecnologico di linee e di impianti ferroviari. Dei 15,4 miliardi di euro complessivi in più previsti dall’aggiornamento, 2,5 miliardi vengono poi destinati all’aumento della sicurezza, con l’avvio, tra l’altro, di un importantissimo programma dedicato alla conservazione e all’efficientamento di oltre 19mila opere tra ponti, viadotti e sottovia. Il resto delle risorse verranno impiegate, in particolar modo, per valorizzare le ferrovie turistiche, interventi a supporto delle linee regionali, i principali nodi urbani, le nuove line di Alta capacità e i collegamenti di ultimo miglio per porti, aeroporti e terminali. “Ci saranno ricadute positive anche nel Sannio – annuncia la senatrice del M5S e componente della Commissione Infrastrutture e Trasporti a Palazzo Madama – visto che saranno destinate nuove risorse al completamento della Napoli-Bari (2,1 miliardi)”. Tra le altre cose è stato approvato il Piano stralcio per fronteggiare il dissesto idrogeologico che comprende 263 interventi immediatamente cantierabili con risorse pari a 315 milioni di euro. Si prosegue anche con la riprogrammazione delle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) della Regione Campania: stanziati per la sola Campania oltre 16 milioni di euro per 22 interventi urgenti. “Sempre nell’interesse dei cittadini del Sannio – prosegue la Ricciardi – verrà completato il primo lotto del progetto definitivo di costruzione dell’itinerario Caianello (A1) – Benevento, adeguamento a 4 corsie della SS 372 “Telesina”. Si tratta di circa 23,9 km dal costo di 460 milioni di euro. Il progetto definitivo si sviluppa da San Salvatore Telesino a Benevento per circa 25,1 km con una sezione stradale di categoria B e attraversa i territori dei Comuni di San Salvatore Telesino, Castelvenere, Telese Terme, Paupisi, Solopaca, Vitulano, Ponte, Torrecuso, Benevento. Con tale adeguamento viene potenziato il collegamento della direttrice Lazio – Campania – Puglia lungo l’itinerario A1 (Roma – Caianello) – SS 372 (Caianello – Benevento) –  Raccordo Autostradale (BN/A16) – A16 (Castel del Lago-Bari), fornendo una valida alternativa al percorso autostradale attuale a servizio di un’area particolarmente interessata da intenso traffico pesante. Ora non resta che espletare il bando di gara per l’assegnazione dei lavori”. “Questo è il segno tangibile che a dispetto di quanto cerchino di far credere, l’attenzione verso il Sud dell’attuale governo è sempre altissima”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here