Inzaghi: “Col Monza sarà una partita vera. Brocchi è un amico ma domani saremo avversari”. VIDEO

È giunto il momento del debutto stagionale per il Benevento, guidato dal neotecnico Filippo Inzaghi. Domenica alle 20:30 i giallorossi sfideranno sul terreno amico del “Vigorito” il Monza, nel match valevole per il secondo turno di Coppa Italia. Inzaghi, dunque, ritroverà il Presidente Berlusconi e Adriano Galliani, con cui ha condiviso da calciatore momenti memorabili, nonchè il tecnico Cristian Brocchi grande amico del neoallenatore del Benevento. Sentiamo, a tal proposito, le parole di mister Inzaghi in conferenza stampa: BILANCIO DEL PRECAMPIONATO: il bilancio è positivo la squadra ha lavorato bene, da domani si fa sul serio ma dal mio punto di vista ho trovato un bel gruppo. I presupposti sono buoni ma da domani contano solo i risultati. CALCIOMERCATO: Il lavoro dello scorso campionato è ben visibile perciò, come dicevo, ho trovato un gruppo consolidato, se ci sarà un’occasione giusta ben venga ma dovrà essere un giocatore che possa accrescere il valore della squadra, come quelli acquistati fino ad ora, altrimenti stiamo bene così. PROBABILE FORMAZIONE: voglio far arrivare i giocatori alla prima di campionato tutti allo stesso livello fisico ma non è possibile perchè c’è chi ha iniziato dopo la preparazione. L’altro giorno ho fatto giocare Schiattarella, Sau e Kragl perchè mi sembrava giusto presentarsi al pubblico, ma domani farò giocare solo chi stata meglio e li voglio il 23 agosto al cento per cento. PRIMA VOLTA IN UNA SQUADRA DEL SUD: sono molto felice di stare al sud perchè quando venivo da giocatore ho sempre ricevuto tanto affetto ed ero molto curioso, qui mi hanno già dato troppo per quello che ho fatto ed è un ulteriore stimolo, la piazza è fantastica è quello che cercavo e ora tocca a me renderli orgogliosi.Vorrei far diventare questo stadio qualcosa di più ho visto cose impensabili nel primo allenamento e durante la partita col Castrovillari. Lo stadio è bellissimo dobbiamo essere bravi noi a trascinare la gente dalla nostra parte. MODULO DI GIOCO: le scelte me le fanno fare i giocatori con le loro prestazioni, ora abbiamo pensato di schierare quattro giocatori offensivi, ciò significa che gli altri si devono sacrificare e tutto dipenderà da come loro interpreteranno le mie idee. Il centrocampo a due non dovrebbe essere un problema avendo l’imbarazzo della scelta con Viola, Schiattarella, Del Pinto, Tello ma anche Sanogo che è un giovane molto interessante. SU QUALI ASPETTI BISOGNA LAVORARE: Vedo miglioramenti ogni giorno, ci vuole del tempo quando si cambia allenatore e schema di gioco. Dobbiamo crescere anche con i nostri errori nel precampionato devo dire che i ragazzi sono stati bravi. Domani dobbiamo fare una grande partita, essere aggressivi, capire i momenti della partita, anche grazie ai giocatori nuovi è un gruppo omogeneo che recepisce e ciò mi fa ben sperare. ROSA DISPONIBILE: Domani dovremmo avere la rosa al completo ed è molto importante, non abbiamo avuto intoppi e auguriamoci di continuare su questa strada. CALENDARIO: ci ho fatto poco caso perché sto pensando unicamente al Monza, nelle prime tre partite due trasferte insidiose e poi la partita in casa contro il Cittadella. Ora la concentrazione deve essere sulla partita di domani, loro sono allenati da un mio ex compagno molto preparato che potrebbe lottare per la serie b ed è una partita vera. APPROCCIO SENTIMENTALE ALLA PARTITA DI DOMANI: Mi sento spesso con Brocchi e Galliani, e ultimamente anche con Berlusconi, tutti sanno cosa sono stati per me, di solito siamo l’uno tifoso dell’altro ma domani siamo avversari. Spero che arrivino presto in serie A. DIFESA SOLIDA: penso che per mentalità dobbiamo essere una squadra molto offensiva, cercando di fare un gol in più degli avversari, ma penso anche che con le difese buone si vincono i campionati. Noi abbiamo giocatori importanti in difesa, i 4 centrali sono tutti bravissimi e ho difficoltà a scegliere. Ho chiesto loro di non chiedere di essere ceduti qualora non dovessere giocare con continuità, ma di avere pazienza e aspettare il loro turno. VOKIC e DEL PINTO: penso che Vokic possa giocare in tutti e 4 i ruoli dell’attacco, ma deve maturare con calma e capire il calcio italiano, crescendo anche fisicamente, è un prospetto molto interessante. Del Pinto è la fortuna di ogni allenatore, per capacità, voglia e attaccamento. PERCHè HA ACCETTATO QUESTO RUOLO: Il Benevento mi ha sempre voluto in questi anni, so cosa il direttore pensava di me, ero curioso di conoscere il presidente e sono molto felice di aver fatto questa scelta. Un presidente così è merce rara nel mondo del calcio e questo lo devono capire sia i giocatori che i tifosi e mi auguro di regalargli le soddisfazioni che merita. LEADER DELLA SQUADRA: per me non c’è un capitano, mi auguro che il gruppo faccia la differenza, dobbiamo ragionare per il noi e non per l’io per un obiettivo comune e mi auguro che il pubblico apprezzi questo.

https://www.youtube.com/watch?v=T9Vbnc3sLoU&feature=youtu.be

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here