BENEVENTO – MONZA: LE PAGELLE. Male Montipò e Antei, anche l’attacco è insufficiente.

Un Benevento allo sbando concede quattro gol al Monza di Brocchi che passa il turno in Coppa Italia. Male tutti i reparti soprattutto la difesa, l’unico a salvarsi è Tello con una doppietta. MONTIPO’ 4: prestazione da incubo. Lo ritroviamo così come lo abbiamo lasciato nella semifinale playoff contro il Cittadella, distratto e superficiale. Forse è il caso che Inzaghi valuti un’alternativa. MAGGIO 5,5: il capitano non è in condizione e si vede. Male in fase difensiva, leggermente più propositivo in fase offensiva, con un assist che manda in rete Tello. ANTEI 4,5: uno dei peggiori in campo, non è mai in partita e ha colpe evidenti su almeno due gol dei brianzoli. CALDIROLA 5,5: forse il migliore del reparto arretrato ma ancora lontano dal giocatore che ricordavamo nella scorsa stagione. LETIZIA 5: in quanto a grinta sembra il Letizia che abbiamo ammirato prima dell’infortunio, ma pecca molto spesso di precisione. TELLO 7: sicuramente il migliore in campo, con una doppietta e un rigore procurato. Primo tempo in ombra per il colombiano che si riscatta nel secondo tempo nel ruolo di esterno. VIOLA 5,5: dal regista calabrese ci si aspetta sempre che prenda in mano le redini della squadra e quando non lo fa i risultati sono ben visibili. Sfiora il gol più volte, riesce a segnare solo su rigore a partita ormai conclusa IMPROTA 5,5: primo tempo tutto sommato positivo per il numero 16 giallorosso, poi mister Inzaghi lo sacrifica per far posto a Schiattarella. (46′ SCHIATTARELLA 6: debutto positivo per il napoletano che imposta bene la manovra e tenta qualche conclusione personale). ARMENTEROS 4,5: un fantasma, mai in partita e completamente disorientato. (58′ SAU 6: ottimo debutto in una partita ufficiale per l’ex Cagliari, si rende protagonista di belle giocate, gli manca solo la gioia del gol). INSIGNE 5,5: ci mette l’impegno ma un Lamanna in stato di grazia gli impedisce la finalizzazione. (KRAGL 6: il pubblico del “Vigorito” è ansioso di assistere ai suoi proverbiali tiri, ne prova due ma senza fortuna). CODA 5: non è la sua serata, un po’ per imprecisione personale, un po’ perchè il portiere avversario Lamanna si cimenta in parate a dir poco miracolose. Allenatore – INZAGHI 5: la formazione iniziale è composta da undici elementi dell’anno scorso, ma la squadra è troppo sbilanciata in avanti è la difesa è un colabrodo. A tutto ciò aggiungiamo la serata negative di Montipò e Antei e da ciò è possibile desumere come i giallorossi abbiano subito ben 4 reti da una formazione di serie C. Sicuramente ci sarà da rivedere il modulo e anche se è il caso di intervenire di nuovo sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here