Comitato per la salvaguardia del territorio di via Luigi Sturzo – Santa Colomba: “Favorevoli alla proposta di piantare un “bosco”, lanciata via social dal Sindaco”

Accogliamo favorevolmente la proposta di piantare un “bosco”, lanciata via social dal Sindaco, per dare un contributo a sostegno di un’azione di politica ambientale che realizzi le condizioni per una città ecosostenibile.

Abitiamo in una zona semiperiferica della città dove fino ad alcuni anni fa l’habitat presentava una chiara connotazione rurale, mentre attualmente presenta un carattere prevalentemente residenziale urbano.

Degli appelli rivolti negli anni agli amministratori per dare il debito decoro a questa grande area della città, l’ultimo sembra sia stato finalmente preso in seria considerazione dall’attuale Amministrazione grazie alla diversa e marcata sensibilità manifestata dal Sindaco in carica rispetto ai predecessori.

Abbiamo chiesto a gran voce interventi diretti a realizzare la promozione della sicurezza, miglioramento della qualità della vita, del decoro urbano e incremento della mobilità sostenibile.

Nello specifico la messa in sicurezza e di sistemazione idraulica con contestuale idoneo marciapiede (e magari ricavando una vera e propria fascia ciclopedonale) lungo la direttrice Maccabei che serve la zona, per il tratto che a partire dallo stadio Santa Colomba (Ciro Vigorito) arriva alla Chiesa della Madonna dell’Immacolata Concezione, la nuova parrocchia cittadina che compete ai fedeli della zona.

Allargando l’intervento, nell’ambito di un ipotetico progetto integrato di rigenerazione urbana, potrebbe prevedersi un piano di piantumazione di essenze arboree autoctone lungo il tratto indicato da sistemare della Maccabei, che possa chiudersi ad U, creando un collegamento ciclopedonale che scende verso la sponda sx del fiume Sabato (c’è già una previsione del PUC in tal senso) e che continuando e seguendo la sponda sx del fiume Sabato si congiunge con l’analoga pista ciclopedonale già prevista, quella che dalla zona stadio raggiunge il nuovo ponte ciclopedonale che collega i due quartieri ( di via Matarazzo e Santa Maria degli Angeli) a dx e sx del Sabato.

Immaginiamo, con l’obiettivo di migliorare la qualità del paesaggio, di inserire opportunamente il “bosco” anche nella vastissima area della rotonda antistadio per creare, in continuità, una grande area a verde che si armonizzi e si sposi in modo simbiotico con gli impianti sportivi ivi presenti e destinati ad eventi appunto a carattere sportivo e culturale in genere.

A questo punto però un qualunque progetto di sistemazione e valorizzazione ambientale dell’area vasta non può’ non inorridire di fronte alla presenza davanti all’area pedonale dello stadio di un distributore di benzina.

Opera questa incompatibile non solo sotto l’aspetto ambientale ma anche della sicurezza pubblica.

Tale presenza appare un evidente errore sotto il profilo urbanistico ma soprattutto un potenziale ostacolo pericoloso in contrasto con lo spirito e l’indirizzo delle norme in materia di gestione della sicurezza in occasione di manifestazioni e eventi calcistici, che normalmente comportano la presenza di masse molto numerose.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here