PISA – BENEVENTO : LE PAGELLE

Inzaghi schiera una formazione spregiudicata ma nonostante le quattro punte l’attacco non è mai pericoloso.

Gyamfi al posto di Maggio non convince. Montipò eroe del match: para un rigore a tempo scaduto. MONTIPÓ 8: è l’eroe della serata. Dopo le aspre critiche post partita contro il Monza, il giovane estremo difensore si riscatta nel miglior modo possibile: parando un rigore al 94’esimo. Gli applausi quest’oggi sono tutti per lui. GYAMFI 5,5:chiamato a sostituire Maggio non è quasi mai efficace. In difesa viene impegnato poco, in attacco non spinge quasi mai, fino a sparire completamente nella ripresa. VOLTA 6,5: la difesa nelle sue mani è al sicuro. Gioca una partita molto intensa, prendendo anche un giallo, ma del resto questa categoria richiede anche questo. CALDIROLA 6: la sua è una gara pulita e senza sbavature ed è sempre attento in fase di copertura. LETIZIA 6: le sue accelerate sulla corsia di sinistra sono un lontano ricordo, ma è molto efficace in fase difensiva. Pennella un bel cross sulla testa di Coda, che purtroppo non riesce a concretizzare. TELLO 5: appare spesso confuso e fuori posizione, impreciso in avanti sciupando una grande occasione per segnare di testa. VIOLA 6: prestazione a intermittenza per il regista calabrese, anche per colpa del centrocampo del Pisa che non gli rende la vita facile. Prova a sbloccare la partita su calcio di punizione, che finisce di poco fuori. SCHIATTARELLA 5,5: nel primo tempo l’ex Spal disputa una partita dignitosa, poi inizia a soffrire come se non si trovasse bene nel centrocampo a due con Viola. Nella ripresa commette anche qualche leggerezza che potrebbe rivelarsi fatale, poi si infortuna. (90′ DEL PINTO sv: entra e commette il fallo da rigore ma fortunatamente Montipò lo salva con una parata miracolosa. Lollo, dopo la parata, abbraccia forte il compagno per il pericolo sventato. IMPROTA 5,5: a inizio partita si affaccia spesso in avanti e sembra promettere una grande prestazione, poi si inabissa fino a sparire del tutto. (74′INSIGNE sv:il suo ingresso in campo non determina la svolta in cui Inzaghi sperava) SAU 5:si vede poco soprattutto nel primo tempo. Nella seconda frazione di gioco è più pericoloso ma poco concreto in fase realizzativa. (80′ ARMENTEROS sv:proprio come Insigne non riesce a dare l’apporto sperato) CODA 6: sfiora di testa un gol che avrebbe potuto cambiare le sorti della partita. Si muove bene e si sacrifica molto ma è chiuso dalla difesa toscana. Allenatore – INZAGHI 5: Il Benevento visto stasera all’ “Arena Garibaldi” non convince. Il modulo con quattro punte è poco concreto e gli attaccanti, paradossalmente, si vedono poco in avanti. Inzaghi è consapevole delle difficoltà della serie cadetta e dichiara che gli è piaciuto l’atteggiamento della squadra, ma sicuramente contro una neopromossa si poteva fare di più.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here