GIP rimette in libertà Claudio D’Onofrio accusato di violenza, estorsione e furto

IL Giudice delle Indagini Preliminari, presso il Tribunale di Benevento, accogliendo l’istanza dell’Avv. Vittorio Fucci jr, ha revocato la misura cautelare dell’obbligo di dimora nei confronti di Claudio D’onofrio di 30 anni, di Arpaia, rimettendolo in libertà.

Come si ricorderà il D’onofrio, unitamente ad un’altra persona, fu arrestato dai Carabinieri il 26/06/2018, su ordinanza di custodia cautelare del GIP presso il Tribunale di Benevento, e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, perché ritenuto presuntivamente responsabile di due episodi di estorsione aggravata, violenza privata e furto aggravato ai danni di due esercizi commerciali di Montesarchio e S. Martino Valle Caudina, nonché perché ritenuto presuntivamente responsabile di detenzione illegale di armi, avendo presuntivamente utilizzato una pistola per esplodere dei colpi all’indirizzo di una persona che era a bordo di un’autovettura nel territorio del Comune di Airola.

Successivamente la misura degli arresti domiciliari fu sostituita con quella dell’obbligo di dimora, che oggi il GIP ha revocato rimettendo in libertà il D’onofrio.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here