Venezia: l’egittologo Zahi Hawass presenta melodramma su Tutankhamon (2)

(AdnKronos) – “Il nuovo Museo di Giza – spiega Zahi Hawass – è un monumento moderno alla grandezza dell’antico Egitto, in grado di dare lustro e visibilità a ogni singolo reperto archeologico rinvenuto lungo il Nilo. Vogliamo presentarlo al mondo nel modo giusto, anche attraverso un evento musicale indimenticabile. Proprio per questo abbiamo guardato all’Italia, terra con un’enorme tradizione musicale e letteraria”.

L’idea di una collaborazione artistica con il nostro Paese ha radici antichissime, ma negli ultimi due anni ha avuto una particolare spinta propulsiva: “Su Tutankhamon si dicono ancora tante cose, anche se poche sono ancora le informazioni che possono dare una certezza sui fatti accaduti realmente. La storia su cui si baserà l’opera di Santocono e di Zimbone è una prospettiva davvero affascinante di ciò che avvenne circa tremila e cinquecento anni addietro”, conclude.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here