UN SUCCESSO I TIROCINI IN TRIBUNALE DEGLI STUDENTI UNIFORTUNATO

Appena chiuso il primo ciclo, al nastro di partenza il secondo

Grande soddisfazione per il primo ciclo di tirocini che gli studenti dell’Università Giustino Fortunato hanno svolto presso il Tribunale di Benevento e gli Uffici del giudice di Pace: i primi cinque laureandi dell’ateneo telematico hanno appena concluso la loro esperienza, mentre è al nastro di partenza il secondo ciclo.

Il percorso, nato dalla convenzione stipulata nell’ottobre del 2018 tra il Presidente del Tribunale di Benevento, Dott.ssa Marilisa Rinaldi, e il Magnifico Rettore dell’Università Giustino Fortunato, Prof. Angelo Scala, è stato condotto nell’ambito delle attività di placement dell’ateneo telematico.

Per sei mesi, i giovani, seguiti da un tutor designato dall’UniFortunato in veste di responsabile didattico-organizzativo e da un tutor indicato dal Tribunale di Benevento, hanno avuto la possibilità di acquisire competenze di carattere pratico, collaborando per 40 ore al mese alle attività degli uffici giudiziari, con alternanza nei vari servizi, nella specifica gestione delle cancellerie giudiziarie, nel rispetto delle mansioni affidabili.

Il Magnifico Rettore, Prof. Angelo Scala, ha sottolineato come la Giustino Fortunato sia in prima linea nel fornire ai suoi studenti competenze anche di carattere pratico, sia attraverso i tirocini sia con la sua offerta formativa: “Con questo obiettivo – ha rilevato – nel nuovo anno accademico è stato implementato il laboratorio curriculare sui temi giuridici per avvocatura, magistratura e notariato e si è istituito un nuovo curriculum dedicato al tema delle professioni legali, all’interno del corso di laurea in Giurisprudenza che ha un focus preciso anche sui processi telematici”.

L’esperienza è stata molto positiva per gli studenti che vi hanno partecipato: “Per me il tirocinio è stato un mezzo per acquisire esperienza nel mondo del lavoro svolgendo non solo mansioni di cancelleria, ma anche affiancando il giudice nelle udienze e confrontandomi non solo con gli avvocati ma anche con i giudici” ha osservato Rosa Santagata, da poco laureata in Operatore Giuridico d’Impresa.

Al termine di questa esperienza ho capito che, se vuoi intraprendere la strada per avvocatura o qualsiasi altra strada bisogna farsi valere e non bisogna mai mollare, ogni giorno sentivo che volevo essere lì e da nessun’altra parte. Ringrazio l’Ateneo per questa preziosa occasione che mi ha offerto e che certamente arricchisce il mio curriculum professionale” ha detto Mirko Ferrari, neolaureato in Giurisprudenza.

Per partecipare al secondo ciclo di tirocini presso il Tribunale, che parte a ottobre 2019 e si chiude nel marzo 2020, c’è la possibilità di candidarsi entro il 23 settembre. L’iniziativa è rivolta agli studenti iscritti al V anno del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza e al III del Corso di Laurea triennale in operatore giuridico d’impresa curriculum impresa, lavoro e pubbliche amministrazioni. Gli interessati devono inviare la manifestazione d’interesse alla mail [email protected].

***

Profilo

L’Università Giustino Fortunato (www.unifortunato.eu), riconosciuta dal Miur e promossa dall’Anvur, è stata istituita con D.M. 13 aprile 2006 (G.U. del 6 maggio 2006, n.104) e oggi, con tre aree di attività – didattica, ricerca e terza missione – è tra le più qualificate e autorevoli università telematiche italiane.

Con sette corsi di laurea e curricula specifici triennali e specialistiche – da Economia aziendale a Giurisprudenza, Psicologia, Scienze dell’educazione e Scienze e tecnologie del trasporto – l’UniFortunato guarda al futuro, coniugando i saperi tradizionali con le più avanzate tecnologie e-learning, che permettono di studiare in modo flessibile e personalizzato con il materiale didattico disponibile online h24/7, grazie anche alla professionalità del corpo docente e degli e-tutor.

I percorsi formativi sono analoghi a quelli delle università tradizionali e i titoli di studio hanno il medesimo valore legale. Tre le sedi di esame: Benevento, Milano e Roma.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here