Migranti: torture ai profughi, i 3 fermati riconosciuti dalle vittime

Palermo, 16 set. (AdnKronos) – I tre migranti fermati per sequestro di persona e tortura sono stati riconosciuti dalle stesse vittime. Erano a bordo della nave “Alex & Co” – di Mediterranea Saving Humans, e sbarcati a Lampedusa tra il 5 e il 7 luglio scorsi. In cinque hanno riconosciuto Condè, in 3 hanno riconosciuto Mohammed Ahmed e altrettanti Mahomud Ashuia. Secondo i magistrati Condè si occupava di tenere in prigione i migranti, di torturarli. Poi si occupava dei riscatti richiesti ai familiari dei detenuti ai fini della loro liberazione. Hameda aveva il ruolo di carceriere, torturatore e Ashuia era il carceriere e guardiano della prigione di Zawyia. Era lui che picchiava brutalmente le vittime, secondo quanto raccontato dai testimoni.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here