Edilizia: Ance Veneto, Progetto Italia un gigante dai piedi d’argilla

Venezia, 8 ott. (AdnKronos) – “Il polo Progetto Italia rischia di destabilizzare il mercato mettendo in difficoltà, in primis, le aziende del settore edile del nostro Paese e potrebbe ripercussioni anche sui nostri territori. Infatti stiamo assistendo alla nascita di un player ingombrante che rappresenterebbe un concorrente insuperabile, in particolare nell’aggiudicazione delle opere pubbliche, ma allo stesso tempo questa operazione rischia di rivelarsi molto rischiosa dal punto di vista economico perché il mercato interno non è in grado di produrre un’offerta tale da sostenere il fabbisogno di Progetto Italia creando così un gigante dai piedi di argilla”. Così il presidente di Ance Veneto, Paolo Ghiotti, interviene sull’operazione Progetto Italia nuovo polo delle costruzioni promosso da Salini Impregilo con il coinvolgimento di Cdp e il salvataggio di Astaldi.

“Agli occhi di Ance Veneto e delle imprese che ne fanno parte Progetto Italia non può che essere visto come un intervento selettivo ed iniquo perchè aiuta in modo esclusivo poche aziende e non comprende nessun tipo di intervento per tutte quelle imprese che ogni giorno lottano per stare sul mercato e che rappresentano la stragrande maggioranza del settore. Il nuovo gruppo rischia di tagliare fuori dal mercato le piccole medie imprese che, per esempio, in Veneto sono circa il 90% della totalità con ricadute gravi sull’intero sistema economico”, sottolinea.

“La creazione di questo colosso, poi, non tiene in considerazione il mercato: la domanda del nostro Paese non è sufficiente a tenere in piedi un’impresa dai 15 miliardi di fatturato. Se pensiamo solo al Veneto, per esempio, i segnali di ripresa ci sono ma risultano ancora deboli nel 2018 abbiamo registrato una crescita degli investimenti del 2,1%, ma ancora il segno meno nelle opere pubbliche con un calo del 2,6%. È questo il contesto in cui Progetto Italia dovrebbe operare con all’orizzonte una fase di stagnazione economica”, avverte il presidente di Ance Veneto.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here