Taglio dei parlamentari. Verso la costituzione di un comitato referendario.

La riforma costituzionale, approvata qualche giorno fa, in via definitiva, sul taglio dei parlamentari, invero, non riforma alcunché.

La questione principale che interessa il Parlamento italiano ed il suo funzionamento è il “bicameralismo perfetto”. Un provvedimento per diventare legge ha bisogno di essere esaminato dalle due camere, Camera dei Deputati e Senato della Repubblica, partitamente, ed approvato nello stesso testo. Naturalmente, un procedimento legislativo, di tal fatta, porta con sé, molti affanni e tante lungaggini. Questa è la ragione per la quale le leggi non sapranno mai.

Come fare per semplificarlo? Differenziare le funzioni delle due camere. Alla camera dei deputati assegnare la piena competenza per la legislazione. Al Senato della Repubblica competenze in relazione alle istanze democratiche sub statali ed a quelle sovrastatali. Naturalmente gli atti più importanti della Repubblica il bilancio dello Stato e le leggi costituzionali restano di competenza di entrambe le camere.

A valle naturalmente la riduzione dei parlamentari è una conseguenza.

Di questi temi, gli attuali parlamentari non li hanno affatto discusso. Nemmeno accennati. Ma è, questo, l’argomento, il problema principale.

A ragione di tanto, il “Comitato per il Sì” costituito funzionalmente al referendum costituzionale sulla riforma del 2016, ha deciso di riunirsi e di dibattere la questione. Naturalmente per addivenire ad una conclusione. Ad un orientamento.

L’incontro si svolgerà venerdì 18.00, alle h. 17:00, presso il Palazzo del Volontariato, (ex caserma vigili del fuoco) viale Mellusi, Benevento.

Accompagnerà la riflessione il Prof. Vincenzo Casamassima dell’Unisannio.

Naturalmente l’incontro è aperto tutti. Tutti saranno i benvenuti.

Coloro i quali volessero anticipare la loro adesione all’iniziativa possono telefonare a:

Cosimo: 328 621 09 14.

Giovanni: 334 708 25 90.

Silvio: 347 211 68 29.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here