Lombardi : “Voglio un PD aperto e non più autoreferenziale”

Alla tre giorni di Bologna “Tutta un’altra storia “ ha partecipato anche il capogruppo del Partito Democratico alla Rocca dei Rettori Renato Lombardi. ”Nei momenti bui gli uomini coraggiosi trovano, o meglio, ritrovano la strada – ha affermato Lombardi- . Questa tre giorni, partendo dal cambio dello statuto sta a significare un cambio di rotta fondamentale per quello che vuole rappresentare la sinistra moderata italiana. Partire dalle persone, dagli ultimi, ascoltare le loro problematiche, ascoltare le casalinghe, i precari, i professionisti, gli studenti, i professori, i nonni, le mamme, i papà, i ragazzi, ascoltare le  loro fatiche, difficoltà quotidiane e rischiare di perdere anche il consenso per fare le cose giuste per un futuro migliore del nostro paese.. Deve essere un Partito aperto e non più autoreferenziale. Questo è il partito che voglio questo è il PD che a me piace.“

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here