Ipotesi dissesto Comune di San Giorgio del Sannio. Ricci: “Il Re è nudo”

Il re è nudo!!!
Dopo anni di parole inutili, promesse sterili e proclami roboanti, la realtà cruda.
Ed è una realtà terribile ed umiliante per i Sangiorgesi: concreta probabilità di dissesto per il Comune!!
Prima l’Assessore al bilancio, poi il Sindaco Pepe ne hanno dato notizia.

Così scrive Claudio Ricci leader dell’opposizione nel Consiglio Comunale di San Giorgio del Sannio.
Abbiamo sempre denunciato l’incompetenza e l’inadeguatezza del Sindaco e della sua squadra, ma il loro malgoverno è stato più dannoso di qualunque previsione!!
Noi stessi non pensavamo che riuscissero a far tanto male ai Cittadini!
Un fallimento totale: politico-amministrativo e finanziario.
Ed anche in questo momento, drammatico per la Comunità, il Sindaco Pepe continua con disinvoltura con le sue ridicole acrobazie verbali: da parte sua non una parola di dignitosa autocritica ma solo furbeschi tentativi di coinvolgere altri nel suo fallimento.
Dovrebbe chiedere scusa ai Sangiorgesi ed invece li accusa, e per quanto riguarda la precedente Amministrazione, fa finta di ignorare che gli atti contabili da lui stesso approvati in questi anni, documentano una realtà ben diversa da quella che vorrebbe far credere. Mario Pepe deve, obtorto collo, prendere atto che non è più tempo di bugie!
Infatti, tutte le Amministrazioni devono convivere con il fenomeno dell’evasione, già molto diffusa a livello nazionale, ma il buon amministratore è quello capace di farci fronte senza provocare disastri sociali o far fallire il Comune, come invece ha fatto il Sindaco Pepe.
I Cittadini, ha concluso Ricci,  meritano rispetto e verità e soprattutto hanno diritto ad un’Amministrazione adeguata, anche se il danno che ormai si annuncia per Essi è di portata devastante. Nei prossimi giorni assumeremo iniziative pubbliche  per inchiodare l’Autore di questo disastro alle SUE responsabilità e per trovare soluzioni utili.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here