Ministro Di Maio a Guardia Sanframondi. Amedeo Ceniccola: “Un’occasione sprecata”.

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, capo politico del movimento 5 Stelle, è venuto a fare la sua “passeggiata elettorale” in vista del voto per il rinnovo del Consiglio Regionale della Campania e nessuno degli amministratori e parlamentari presenti all’incontro svoltosi a Guardia Sanframondi presso gli stabilimenti de “La Guardiense” ha avuto la forza di cogliere l’occasione per impegnarlo politicamente e pubblicamente su quello che rappresenta il problema “cruciale” per le 11 mila aziende del comparto vitivinicolo che è stato e continua ad essere il perno attorno al quale ruota l’intera economia in provincia di Benevento: la cronica bassa redditività che sempre più spesso non riesce a coprire i costi per coltivare una vigna di piccola-media grandezza e costringe i nostri “zappatori” a spiantare le loro vigne per scappare verso lidi lontani.

Nessuna delle personalità presenti all’incontro, tra un brindisi e l’altro, ha trovato il coraggio di rilanciare la mia proposta di… “approfittare di questo “riconoscimento” ottenuto da Recevin per dare una scossa al sistema ed arrivare a strutturare anche in Campania la cosiddetta agricoltura “contrattualizzata” per garantire un reddito accettabile ai zappatori-vignaioli che rappresentano il nostro passato e il nostro futuro”.

Nessuno ha ritenuto opportuno ricordare al Ministro Di Maio che la fame dei zappatori-vignaioli sanniti aumenta di giorno in giorno.

Nessuno ha chiesto al Ministro del Commercio Estero di aprire una “vertenza Agricoltura” che vive in uno stato di crisi drammatica.

Ne prendo atto e… non riesco a farmene una ragione!

Guardia S. 19 novembre 2019

Amedeo Ceniccola

ex Sindaco di Guardia Sanframondi

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here