SARDINE. A BENEVENTO 300 IN PIAZZA, ‘PENSIERO E’ COME OCEANO NON PUO’ ESSERE ARGINATO’

Sono all’incirca 300 le Sardine sannite che si sono date appuntamento questo pomeriggio in piazza Federico Torre.

Sulle note di ‘Bella Ciao’ ragazzi, bambini e anziani hanno voluto dire “no alla retorica dell’odio” che “non può averla vinta su questa piazza”.

A dichiararlo sono Ugo Fornirossi e Gaia Russo, due dei giovani che si sono impegnati per l’organizzazione del flash mob.

“La piazza – tengono a precisare con l’Adnkronos – questa piazza, è di tutti, siamo tutti protagonisti, chiunque vuol dire qualcosa può farlo. Il pensiero è come l’oceano non può essere arginato”.

A turno le persone prendono la parola. “Alle Europee ho pianto – dice  al microfono Emanuele – nel mio paese la Lega è risultato il primo partito. Non è possibile. Ma vi ricordate cosa è la Lega? Vi volete svegliare o no?”.

“Io sono qui non per me, ma per mio nipote”, aggiunge Alfonso, un’altra ‘sardina’. “La nostra è una Repubblica che si fonda sull’antifascismo – tuona Francesco – ‘Bella ciao’ non è un canto radical chic, è il canto della nostra liberazione. Qualcuno vorrebbe riportare indietro l’Italia, ma noi non lo permetteremo mai.
Il nostro è un movimento che nasce dal basso, apartitico, per dire alla gente che è ora di svegliarsi”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here