Rete Bullyingstop “Mondo digitale, il valore di un’alleanza educativa tra scuola e famiglia

“Mondo digitale e nuove tecnologie” è il titolo dell’intervento del Vice
Ispettore della Polizia di Stato, sez. di Benevento, Francesco Visalli, che
ha interagito con un numerosissimo gruppo di genitori presso la Biblioteca
dell’Istituto [email protected] di Telese Terme. L’iniziativa si deve alla Rete di
scuole Bullyingstop, guidata dall’Istituto [email protected] di Telese Terme, di cui
fanno parte anche l’Università Giustino Fortunato e Ordine dei Giornalisti
della Campania.

Riuscito, pertanto, l’intento della Rete Bullyingstop di sensibilizzare e
formare l’intera comunità scolastica sui temi del bullismo e del
cyberbullismo e, in modo più ampio, della rivoluzione digitale e dei
rischi ad essa connessi. L’intervento del dott. Visalli, che ha previsto
anche una fase laboratoriale, ha analizzato i temi in modo approfondito,
spaziando dal cyberbullismo al sexting o al revenge porn, dai videogiochi
all’uso dei social. Il motivo di fondo, trasversale ai diversi argomenti, è
risultata la consapevolezza, che deve guidare i comportamenti degli
adolescenti e orientare le relazioni tra genitori e figli, nonché tra
docenti e genitori, verso forme di responsabilità sempre più
significative. Appare necessario, pertanto, puntare su una nuova e
responsabile alleanza educativa tra scuola e famiglia, agenzie che
condividono un percorso finalizzato a porre il bambino/ragazzo al centro
del processo educativo, di cui è protagonista. Appare necessario, inoltre,
superare sterili contrapposizioni per costruire percorsi di consapevolezza
dai quali è possibile trarre la linfa necessaria a rifondare la società
attraverso la cultura. Una nuova tessera si aggiunge al puzzle che il
[email protected] costruisce in ambito socio-culturale, avvalendosi dell’apporto di
enti ed istituzioni, come la Polizia di Stato, disposti a mettere in campo
le loro professionalità a favore dell’intera comunità scolastica.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here