Festa per Cittadella e Muzzi, il Venezia rimonta il Pescara

Festa per Cittadella e Muzzi, il Venezia rimonta il Pescara
Lo Spezia inguaia Breda, primo successo della nuova era per l’Empoli.

Cittadella-Salernitana 4-3

Spettacolo e gol al Tombolato dove il Cittadella si aggiudica il match con la Salernitana. Nel giro di 20 minuti la squadra di Venturato crea tre occasioni limpide con Rosafio, Diaw e Branca, ma sono gli ospiti ad andare in vantaggio con l’ex Djuric che incorna da centro area e infila all’incrocio dei pali. Il pari non tarda ad arrivare. Dieci minuti più tardi , il bomber Diaw castiga Micai con un fendente dopo un’azione insistente di D’Urso. Il risultato viene completamente rovesciato al 31′ grazie a Benedetti che trova lo spiraglio giusto dal limite. Allo scadere del primo tempo i padroni di casa arrotondano sempre con Diaw che raccoglie un traversone dell’ottimo Rosafio e di testa insacca da pochi passi.
Anche nella ripresa i padroni di casa continuano a macinare gioco e a tenere alto il pressing. E allora arriva il poker realizzato da D’Urso dopo una combinazione con Branca. I campani provano a riaprire il match con la marcatura dell’altro ex Giannetti e di Kiyine su rigore ma il tempo non basta per completare la rimonta.

Empoli-Ascoli 2-1

Vittoria liberatoria per l’Empoli di Muzzi che dopo 8 partite senza successi in campionato supera per 2-1 l’Ascoli e torna a sorridere. Vantaggio Ascoli a metà del primo tempo con un colpo di testa di Brosco, che tutto solo batte Brignoli. L’Empoli non ci sta e nella ripresa trova il pari con Balkovec che, su calcio di punizione, beffa Leali, infilando la sfera nell’angolino. Gli azzurri hanno poi l’occasione di andare in vantaggio: Dezi viene atterrato in area da Petrucci, per Illuzzi è calcio di rigore. Sul dischetto va La Gumina che però si fa ipotizzare da Leali aiutato dal palo. Poi, nel finale, in mischia, è proprio La Gumina a segnare il gol che regala i tre punti agli azzurri.

Pescara-Venezia 2-2

Sotto di due gol contro il Pescara, il Venezia compie una bella rimonta portando a casa un pareggio prezioso. In avvio di gara all’Adriatico Galano (9° centro stagionale) di testa sblocca il risultato sfruttando un bell’assist di Machin. La reazione dei lagunari è veemente.
Capello prima colpisce il palo poi sciupa una buona chance. Venezia vicino al pari anche con Aramu. Si va al riposo sul punteggio di 1-0 per i biancazzurri che in avvio di ripresa (3′) raddoppiano con una perla di Machin (7° gol in campionato). Il Venezia non si arrende e con Aramu prima accorcia le distanze (25′) anche grazie a un errore di Kastrati e a un minuto dal novantesimo pareggia i conti sempre con il trequartista ex Torino.

Spezia-Livorno 2-0

Va allo Spezia lo scontro del Picco contro il Livorno grazie ad un gol per tempo. Parte fortissimo la squadra di casa, vicina al vantaggio con Maggiore e Ragusa, imprecisi davanti alla porta. Il vantaggio arriva al 33′ con un’azione sulla fascia condotta da Bidaoui che serve Mastinu, abile a crossare per Ragusa che insacca. La reazione livornese manca di precisione sotto porta. Breda prova con qualche cambio nella ripresa, ma sono ancora i padroni di casa che prima sfiorano il raddoppio con Maggiore, poi lo trovano con un gran tiro dalla distanza di Mastinu. Nel finale Scuffet salva sul nuovo entrato Raicevic  ma il risultato non cambia.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here