CRISI SETTORE CORILICOLO, LONARDO (FI) PRESENTA ORDINE DEL GIORNO A LEGGE DI BILANCIO

“Al fine di favorire la ripresa economica e produttiva delle imprese del settore corilicolo colpite da calamità naturale o da eventi climatici avversi nel corso di questo
2019, ho presentato un ordine del giorno alla Legge di bilancio, per impegnare il Governo a valutare la possibilità di adottare misure volte a consentire l’accesso al Fondo di solidarietà nazionale a sostegno della coltivazione del nocciolo”. Così la senatrice di Forza
Italia, Sandra Lonardo che aggiunge: “E’ stato evidenziato, infatti, soprattutto dagli agronomi irpini, che quello in corso è stato un anno caratterizzato da continui cambiamenti climatici, repentini cambi di temperature e periodi di prolungate piogge che ne hanno profondamente segnato le produzioni. A causa del radicale mutamento delle condizioni
atmosferiche in atto, purtroppo, la gestione differenziata dei suoli e le tecniche colturali utilizzate dai tecnici agricoli e dagli agronomi, che mirano a controbilanciare l’effetto dell’intensificarsi di fenomeni metereologici estremi, non bastano più. Ci vogliono
varietà più resistenti, migliori impollinatori, e tecniche gestionali innovative per una coltura di antichissimo insediamento nell’avellinese e di solida tradizione, in Campania, con una presenza del 41% delle aziende corilicole italiane”.”E ovvio – continua Lonardo -, dunque, che la politica non può ignorare questa significativa crisi produttiva che, come segnalato dal
Consorzio Terre Campane, ha toccato l’intero territorio della provincia di Avellino, mettendo in ginocchio più aziende agricole che, con una produzione sensibilmente ridotta, si trovano ad essere fuori dal mercato con perdite rilevanti ed in alcuni casi a rischio chiusura. E’ opportuno che il Governo muova i suoi passi e, in attesa di veicolare investimenti importanti per nuove tecnologie e colture, tenda la mano alle tante aziende agricole presenti sul territorio, consentendo l’accesso al Fondo di solidarietà nazionale”. “Sarà preso
in considerazione – si domanda in conclusione la senatrice -? Dubito!”.

Adnkronos

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here