Inzaghi: “La trasferta di Livorno è insidiosa. Per vincere ci vuole una grande partita”. VIDEO

Il Benevento, dopo la straripante vittoria contro il Trapani, si appresta alla nuova sfida di campionato che lo vedrà contrapposto al Livorno. I toscani sono ultimi in classifica e proprio in settimana c’è stato un avvicendamento in panchina con Paolo Tramezzani che è subentrato a Roberto Breda. Sentiamo come il mister Filippo Inzaghi ci presenta la sfida, che si svolgerà sabato alle ore 18:00 al “Picchi”di Livorno:

AVVERSARI: sapete cosa penso di queste gare, sono le più difficile da preparare. Quando c’è un nuovo tecnico i giocatori danno tutto mi dispiace per l’esonero di Breda che è un ottimo tecnico, faccio l’ in bocca al lupo a Tramezzani che è un amico. È una partita piena di insidie, noi sappiamo che quando siamo in piena forma non ce n’é per nessuno ma per vincere a Livorno ci vuole una grande partita e non bisogna ricadere nello sbaglio di Pescara.

ASSENZA HETEMAJ: mancherà un giocatore importante ma ho l’imbarazzo della scelta. Può giocare Del Pinto, Improta, Tello. I ragazzi in panchina sono straordinari, calciatori come Del Pinto Gori, Manfredini sono l’anima di questa squadra, li ringrazio per l’atteggiamento che hanno e cercherò di dare loro spazio appena possibile.

MODULO: se gioca Improta giochiamo come abbiamo sempre fatto, non credo i moduli ma ai giocatori nella posizione giusta. Se gioca Tello scenderemo in campo con il 4-3-2-1, con Improta col 4-4-2. Il dubbio è sul giocatore e questo è il nostro punto di forza

MARGINI DI MIGLIORAMENTO: Livorno è un ulteriore banco di prova, voglio vedere a che punto siamo. La squadra è cresciuta anche se col Trapani abbiamo avuto cinque minuti di rilassamento che potevano costare caro. Penso che i giocatori abbiano capito quello che voglio perché una squadra non deve mai sentirsi sazia.

DISTACCO: ci sono squadre che hanno azzerato i loro vantaggi, questo ci deve fare capire che questo distacco non conta niente ma non cambia il nostro obiettivo. I risultati si vedono a maggio e mi dispiacerebbe se si tornasse indietro coi risultati, mi arrabbierei molto. Il girone di ritorno è insidioso, avremo tutti scontri diretti fuori casa.

CAMBIAMENTI: ho fatto fatica col Crotone a cambiare sistema di gioco perchè stavamo facendo bene. Non ho avuto problemi a fare giocatore insieme i tre centrocampisti, abbiamo giocatori importanti che sanno muoversi in posizioni diverse durante la partita. Lavoriamo sui nostri difetti per esaltare i nostri pregi.

VOLTA: speravamo di poterlo recuperare questa settimana ma abbiamo pensato che un’altra settimana potesse fargli bene. Da lunedì dovrebbe riaggregarsi alla squadra.

FILOSOFIA CALCISTICA: mi è piaciuto quanto detto da Capello in un’intervista in cui affermava che oggi si tende a copiare Guardiola senza capire nemmeno bene il suo calcio. I giovani oggi propendono al calcio offensivo io non devo vendere il mio prodotto, devo far crescere i miei giocatori mi piace giocare bene e vincere ma quando vinci partite sporche come a Cosenza capisco che sto facendo bene Spero di dare ai miei giocatori la mia mentalità, facciamo un lavoro straordinario e ci pagano pure.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here