Il Frosinone raggiunge il secondo posto, bene l’Entella

Successo per l'Ascoli sul Cittadella, finisce a reti inviolate Venezia-Spezia.

Foto Getty Images

Ascoli-Cittadella 1-0

Nel segno del “presidentissimo” Rozzi a distanza di 25 anni dalla scomparsa, l’Ascoli batte il Cittadella grazie al sesto gol di Scamacca in campionato e riscatta il k.o. di Empoli. La prima emozione arriva al 5′ con Scamacca che da buona posiziona spara in curva. Il Cittadella comincia a macinare gioco e al 20′ spaventa i bianconeri con colpo di testa di Diaw respinto con difficoltà da Leali. Sulla palla piomba Vita, ma D’Elia è bravo a spazzare. Gli ospiti schiacciano i padroni di casa, ma la loro supremazia si rivela sterile. Nella ripresa, l’Ascoli passa subito con un rasoterra di Scamacca (6′) al termine di una bella azione corale. Al 29′, invece, ci prova Ninkovic ma la sua palla a girare esce di poco fuori. Gli ospiti si rivedono soltanto al 35′ con una spettacolare rovesciata di Proia che finisce di poco sopra la traversa.

Frosinone-Pescara 2-0

Non basta un buon primo tempo al Pescara per fermare un Frosinone organizzato e in grande forma, che grazie al successo odierno, conquista, almeno momentaneamente, il secondo posto in classifica. La prima frazione di gioco vede le due squadre affrontarsi con estremo equilibrio: gli ospiti provano a prendere in mano le redini del gioco, mostrando un buon palleggio in mezzo al campo, senza riuscire però a creare pericoli dalle parti di Bardi. L’unica vera occasione è infatti dei padroni di casa, che al 21′ sfiorano il vantaggio con una potente conclusione dalla sinistra di Beghetto che lambisce il palo. In avvio di ripresa i ritmi continuano ad essere bassi, con il Frosinone che prova a farsi vedere in avanti con un paio di conclusioni di Gori. L’ingresso di Dionisi al posto di Novakovich, permette ai giallazzurri di avere una migliore produzione offensiva. E’ proprio grazie ad una splendida giocata dell’attaccante che i ciociari trovano il vantaggio: illuminante il suo servizio per Maiello, che si inserisce alla perfezione in area e batte Kastrati con un preciso tocco. Il Pescara prova a reagire, ma sono i ragazzi di Nesta a sfiorare in diverse occasioni il raddoppio, prima di chiudere i conti in pieno recupero con una battuta morbida di Dionisi.

Venezia-Spezia 0-0

Il Venezia sbatte contro Scuffet e il palo e rimanda la conquista dei tre punti fra le amiche mura del Penzo. Uno Spezia molto attento alla fase difensiva (anche perché in 10 dal 21′ della ripresa per il doppio giallo a Maggiore) strappa il punto (finisce 0-0) grazie alle parate di Scuffet e al legno colpito da Di Mariano dopo un’irresistibile progressione all’ora di gioco. Il pareggio permette ai ragazzi di Italiano di allungare la striscia positiva, quelli di Dionisi invece ottengono il 3° pareggio nelle ultime 4 gare disputate.

Virtus Entella-Empoli 2-0

Successo importante per la Virtus Entella che spezza la voglia di continuità dell’Empoli di Muzzi che cercava un risultato positivo dopo la vittoria contro l’Ascoli. Un 2-0 che sta persino stretto ai biancocelesti di Boscaglia, in grande forma e con il morale alle stelle. Il primo tempo ha visto il predominio dei chiavaresi, sempre pericolosi e capaci di sferrare un uno-due micidiale tra 38′ e 40′: prima un cross di Paolucci, trasformato in un assist vincente da un velo di Schenetti che mette Morra di fronte a Brignoli con il diagonale vincente dell’attaccante; poi un centro di Toscano per Morra che vede il suo colpo di testa in tuffo intercettato da Brignoli, il rimpallo favorisce De Luca che entra in porta con il pallone. Nel secondo tempo non arriva la reazione degli ospiti, anzi al 25′ Balkovec si fa espellere per proteste mentre batte una rimessa con le mani spegnendo di fatto la voglia di riscatto degli azzurri.

LEGAB

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here