Inzaghi sfida Nesta, Castori ricomincia da Pescara

Foto: Saverio Minicozzi

La 17a giornata della Serie BKT metterà di fronte i due campioni del mondo Inzaghi e Nesta, avversari nel big match di questo turno con il Frosinone che testerà il suo stato di forma contro la capolista Benevento. Il Pordenone sarà in scena alla Dacia Arena contro l’Ascoli mentre per l’esordio di Castori sulla panchina del Trapani lo scenario è quello dell’Adriatico-Cornacchia, casa del Pescara. Altra gara che si preannuncia molto equilibrata è il derby veneto tra Cittadella e ChievoVerona, così come imprevedibile è il risultato di Perugia-Virtus Entella. Tramezzani cerca i primi punti in casa di un Crotone che, di contro, punta a tornare a una vittoria che manca da 5 giornate. In coda, scontro diretto tra Juve Stabia e Venezia, l’Empoli invece cerca il sorpasso alla Salernitana. Completa il quadro il Christmas match di BKT tra Pisa e Cosenza.

 

Sabato 20 dicembre ore 15

Cittadella-ChievoVerona

Al Tombolato i precedenti ufficiali sono 3: in bilancio 1 pareggio (0-0 nella B 2000/01) e 2 successi scaligeri (ultimo 1-0 nella Coppa Italia di Serie C 1993/94), con granata di casa mai a segno nei 270’ presi in considerazione.

Cittadella distratto dopo la pausa: 8 le reti subite dai granata dal 46’ al 60’ di gioco su 18 totali incassate, poco meno del 50%.

Chievo senza reti esterne da 352’; ultima firmata Esposito al 8’ del match pareggiato 1-1 a Cosenza lo scorso 26 ottobre, da cui si sommano i residui 82’ in Calabria e le intere gare a La Spezia (0-0), Frosinone (0-2) e Trapani (0-1).

Di contro, quella clivense è una delle due squadre cadette 2019/20 regine per punti guadagnati nelle riprese rispetto ai propri risultati del 45’: +6, come il Benevento.

Il ChievoVerona, con Pisa e Benevento, è una delle 3 cooperative del gol: 12 i marcatori per veneti, toscani e campani.

Probabili formazioni:

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Adorni, Frare, Benedetti; Vita, Iori, Branca; D’Urso; Diaw, Rosafio. All. Venturato.

ChievoVerona (4-3-1-2): Semper; Dickmann, Vaisanen, Rigione, Cotali; Segre, Esposito, Di Noia; Vignato; Meggiorini, Rodriguez. All. Marcolini.

Arbitro: Illuzzi.

Diffidati:

Squalificati:

 

Crotone-Livorno

Allo Scida i precedenti ufficiali sono 7 con perfetta parità: 3 vittorie rossoblu (ultima 3-0 nella B 2015/16), 1 pareggio (ultimo 1-1 nella B 2018/19) e 3 successi amaranto (ultimo 2-1 nella B 2012/13). Crotone sempre a segno contro i toscani nelle ultime 6 gare disputate in terra calabra, 9 gol totali.

Livorno a secco da 312’ in campionato: ultima rete toscana firmata Mazzeo al 48’ di Livorno-Trapani 1-2 del 23 novembre scorso, poi si contano i residui 42’ di quella e le intere a Cremona (0-0) e La Spezia (0-2) e in casa contro il Benevento (0-2).

Livorno senza gol esterni da 488’: ultima rete firmata Marsura al 52’ dell’1-1 a Cosenza del 24 settembre cui si sommano i residui 38’ in Calabria e le intere gare a casa di Cittadella, Frosinone e Venezia (triplice 0-1), a Cremona (0-0) ed a La Spezia (0-2). Quella toscana è anche l’unica compagine cadetta 2019/20 senza vittorie esterne: l’ultimo successo fuori casa amaranto risale al 3-2 sull’Hellas Verona del 1 maggio scorso, poi 9 trasferte di cui 3 pareggiate e 6 perdute.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz; Curado, Marrone, Gigliotti; Molina, Messias, Barberis, Crociata, Mazzotta; Vido, Simy. All. Stroppa.

Livorno (3-4-3): Zima; Bogdan, Boben, Gasbarro; Del Prato, Agazzi, Luci, Rocca; Marras, Mazzeo, Marsura. All. Tramezzani.

Arbitro: Minelli.

Diffidati:

Squalificati:

 

Empoli-Salernitana

Al Castellani i confronti ufficiali tra le due squadre sono 15: 11 le vittorie toscane (ultimo 2-0 nella B 2018/19), 1 pareggio (1-1 nella Serie C-1 1978/79) e 3 successi campani (ultimo 3-0 nella B 1999/00). L’Empoli ha vinto le ultime 7 sfide dirette disputate nel proprio stadio contro i granata.

Empoli scatenato nei primi 15’ di gioco: 6 le reti azzurre segnate dal 1’ al 15’ dopo 16 turni della Lega B 2019/20. I toscani sono invece fragili prima della pausa, con 7 reti subite dal 31’ al 45’ di gioco, inclusi recuperi.

Brignoli incassa gol da 10 giornate per un totale di 18 reti subite. Ultima gara vinta e senza subire reti il 3-0 casalingo sul Perugia del 28 settembre scorso.

Salernitana reduce da 5 sconfitte esterne consecutive: ultimo risultato utile granata lontano dall’Arechi datato 29 settembre scorso, 3-2 a Livorno.

Quella di Ventura è una delle due squadre finora in gol solo con titolari, come il Pisa.

Salernitana scatenata nei 15’ finali di gara, con 9 reti segnate dal 76’ al 90’ inclusi recuperi, primato della Serie BKT 2019/20 condiviso con il Benevento.

Probabili formazioni:

Empoli (3-4-1-2): Brignoli; Veseli, Nikolau, Maietta; Frattesi, Stulac, Dezi, Bandinelli; Laribi; La Gumina, Mancuso. All. Muzzi.

Salernitana (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Pinto; Lombardi, Akpa Akpro, Dziczek, Kiyine, Cicerelli; Djuric, Gondo. All. Ventura.

Arbitro: Volpi.

Diffidati:

Squalificati:

 

Juve Stabia-Venezia

Al Menti si contano 2 precedenti ufficiali tra le due squadre: in bilancio 1 vittoria campana (2-1 nella Serie B 1951/52) e 1 pareggio (1-1 nella Serie C 1952/53).

Juve Stabia squadra più distratta nei 15’ finali di gioco con 10 reti subite dal 76’ al 90’ inclusi recuperi.

Il Venezia ha vinto una sola volta nelle ultime 8 giornate, con – in mezzo – 4 pareggi e 3 sconfitte; unico successo del periodo datato 9 novembre scorso, 1-0 in casa sul Livorno.

Probabili formazioni:

Juve Stabia (4-2-3-1): Russo; Vitiello, Fazio, Troest, Ricci; Addae, Di Gennaro; Canotto, Mallamo, Bifulco; Forte. All. Caserta.

Venezia (4-3-1-2): Lezzerini; Lakicevic, Modolo, Cremonesi, Ceccaroni; Suciu, Fiordilino, Vacca; Aramu; Di Mariano, Bocalon. All. Dionisi.

Arbitro: Maggioni.

Diffidati:

Squalificati:

 

Perugia-Virtus Entella

Nei 5 precedenti ufficiali in Umbria fra le due squadre, biancorossi imbattuti contro la Virtus Entella; bilancio – a loro favore – di 3 successi (ultimo 2-0 nella B 2017/18) e 2 pareggi (ambedue per 0-0, ultimo nella B 2016/17). Storica, a suo modo, la prima sfida assoluta al Curi, vinta 3-1 dai padroni di casa, nella finale di ritorno della Supercoppa di I Divisione Lega Pro, vinta dunque dagli umbri grazie alle reti di Insigne al 45’, provvisorio pareggio di Troiano al 48’, poi le reti vincenti di Filipe al 60’ ed Henty al 81’. L’ultima rete ligure al Curi è stata firmata da Sansovini al 25’ del match perduto 1-2 nella Serie B 2014/15, con biancocelesti a secco da 335’, sommando i residui 65’ di quella gara e le 3 intere finite 0-0 nella B 2015/16 e 2016/17 e 0-2 nella B 2017/18.

Perugia una delle 4 squadre cadette 2019/20 che segnano il maggior numero di reti con subentranti dopo 16 giornate: 4 le reti, come per Benevento, Frosinone ed Ascoli. Quella umbra è però la squadra più distratta nei primi 15’ di gioco con 6 reti subite, alla pari del Trapani.

Biancorossi a porta aperta da 10 partite di fila, per un totale di 16 gol al passivo ed ultimo match a porta inviolata l’1-0 interno sul Pisa del 4 ottobre scorso, in B.

All’opposto la Virtus Entella  che mantiene inviolata la propria porta da 320’: ultima rete subita firmata Dickmann al 40’ del match perso 1-2 a Verona dal Chievo lo scorso 25 novembre, a cui si sommano i residui 50’ del Bentegodi e le gare vinte per 2-0, in casa sulla Juve Stabia e sull’Empoli, intervallate da quella a Pisa.

Probabili formazioni:

Perugia (4-3-1-2): Vicario; Rosi, Falasco, Sgarbi, Di Chiara; Nicolussi Caviglia, Carraro, Balic; Buonaiuto; Iemmello, Falcinelli. All. Oddo.

Virtus Entella (4-3-1-2): Contini; Sala, Chiosa, Pellizzer, Coppolaro; Eramo, Paolucci, Settembrini; Schenetti; De Luca G., De Luca M. All. Boscaglia.

Arbitro: Camplone.

Diffidati:

Squalificati:

 

Ore 18

Benevento-Frosinone

Sono 13 i confronti ufficiali in Campania tra le due squadre: 8 le vittorie sannite (ultima 2-1 nella B 2016/17), 3 i pareggi (ultimo 1-1 nella I Divisione 2013/14) e 2 i successi ciociari (ultimo 2-0 nella Coppa Italia di Serie C 2004/05). Nell’ultimo match disputato al Vigorito, penultima giornata della B 2016/17, il Frosinone perse – di fatto – la promozione diretta in A, cadendo 1-2 e lasciando il passo all’Hellas Verona, che salì a +2 prima dei 90’ finali e in massima serie all’ultima giornata grazie alla miglior classifica avulsa.

Benevento scatenato nei 15’ finali di gara, con 9 reti segnate dal 76’ al 90’ inclusi recuperi, primato condiviso con la Salernitana.

Il Benevento, con Pisa e ChievoVerona, è una delle 3 cooperative del gol: 12 i marcatori per sanniti, toscani e veneti. Quella di Inzaghi è anche una delle due squadre cadette regine per punti guadagnati nelle riprese rispetto ai propri risultati del 45’: +6, come il ChievoVerona.

La compagine campana fa collezione di record: campione d’inverno con 3 turni di anticipo sulla fine del girone di andata, squadra che ha vinto più volte (11), che ha perso di meno (1), attacco-record con 27 reti segnate e difesa bunker (8 soli gol subiti), una delle 3 ancora imbattute in casa, come Pordenone e Frosinone.

Porta giallorossa blindata da 422’: ultima rete subita da Calò al 28’ di Juve Stabia-Benevento 1-1 del 9 novembre scorso, cui si sommano i residui 62’ del Menti e le intere gare contro Crotone (2-0 in casa), Venezia (2-0 esterno), Trapani (5-0 in casa) ed a Livorno (2-0).

Sanniti a porta chiusa da 458’ in casa: ultima rete firmata Sernicola al 82’ di Benevento-Virtus Entella 1-1 del 28 settembre scorso, da cui si contano i residui 8’ di quella gara e le intere seguenti, tutte vinte dai giallorossi, su Perugia (1-0), Cremonese, Empoli e Crotone (triplo 2-0) e Trapani (5-0).

Benevento e Frosinone sono due delle 4 squadre cadette 2019/20 che segnano il maggior numero di reti con subentranti dopo 16 giornate: 4 le reti, come per Perugia ed Ascoli.

Ciociari a porta chiusa, in campionato, da 270’ con ultima rete subita da Bidaoui al 90’ di Spezia-Frosinone 2-0 del 24 novembre scorso. Poi si contano i 3 match successivi, tutti vinti dai giallazzurri, contro Empoli (4-0 in casa), Juve Stabia e Pescara (doppio 2-0, il primo esterno, il secondo allo Stirpe).

Probabili formazioni:

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Antei, Caldirola, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Kragl, Sau; Coda. All. Inzaghi.

Frosinone (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Zampano, Gori, Maiello, Paganini, Beghetto; Ciano, Dionisi. All. Nesta.

Arbitro: Marinelli.

Diffidati:

Squalificati:

 

Domenica 22 dicembre ore 15

Pescara-Trapani

Sono 17 i confronti ufficiali in Abruzzo tra le due squadre: in bilancio 8 successi biancazzurri (ultimo 2-0 nella finale play-off di B 2015/16), 7 pareggi (ultimo 0-0 nella B 2014/15) e 2 vittorie siciliane (ultima 2-1 nella B 2015/16, regular season). Le due squadre, dunque, non si affrontano dalla finalissima playoff che sancì l’ultima – finora – promozione in serie A dei biancazzurri abruzzesi, che si imposero 2-0 con le reti di Benali al 47’ e Lapadula al 72’; il ritorno al Provinciale si chiuse sull’1-1.

Pescara squadra più prolifica nei primi 15’ della ripresa con 6 reti segnate dal 46’ al 60’.

Trapani squadra che ha finora subito il maggior numero di reti (30) e che sfida il secondo miglior attacco del torneo (Pescara, 26 reti segnate, meglio con 27 solo il Benevento).

Siciliani distratti nei primi 15’ di gioco con 6 reti subitedal 1’ al 15’ (come il Perugia), ma che si scatena prima della pausa, con 7 gol segnati dal 31’ al 45’ inclusi recuperi, nessuno meglio nel torneo cadetto.

Probabili formazioni:

Pescara (4-3-2-1): Kastrati; Ciofani, Drudi, Scognamiglio, Masciangelo; Memushaj, Palmiero, Busellato; Machin, Galano; Borrelli. All. Zauri.

Trapani (4-3-3): Carnesecchi; Strandberg, Scognamillo, Fornasier; Candela, Corapi, Taugourdeau, Moscati, Grillo; Biabiany, Pettinari. All. Castori.

Arbitro: Ayroldi.

Diffidati:

Squalificati:

 

Pisa-Cosenza

Sono 7 i confronti ufficiali tra le due squadre in Toscana: bilancio di 3 vittorie nerazzurre (ultima 3-0 nella B 1993/94), 3 pareggi (ultimo nella I Divisione Lega Pro 2010/11) e 1 successo calabrese (1-0 nella B 1992/93, con rete decisiva – su rigore – al 58’ di Gigi Marulla, cui oggi è intitolato lo stadio cosentino).

Il Pisa, con ChievoVerona e Benevento, è una delle 3 cooperative del gol: 12 i marcatori per toscani, veneti e sanniti.

Quella di D’Angelo è però la squadra cadetta che spreca il maggior numero di punti nelle riprese rispetto ai risultati del 45’: -7 il saldo nerazzurro.

Pisa una delle due squadre in gol solo con titolari, mai con subentranti dopo 16 giornate, come la Salernitana.

Probabili formazioni:

Pisa (4-3-1-2): Gori; Birindelli, Aya, Benedetti; Lisi; De Vitis, Gucher, Pinato; Minesso; Moscaredelli, Fabbro. All. D’Angelo.

Cosenza (3-4-2-1): Perina; Capela, Monaco, Legittimo; Corsi, Bruccini, Sciaudone, D’Orazio; Machach; Riviere, Baez. All. Braglia.

Arbitro: Prontera.

Diffidati:

Squalificati:

 

Ore 21

Pordenone-Ascoli

Primo confronto ufficiale tra le due squadre in terra friulana.

Pordenone imbattuto in 7 delle ultime 8 giornate: unico scivolone a Pisa, 0-2, lo scorso 2 dicembre; nel mezzo 5 vittorie e 2 pareggi per i friulani.

I neroverdi sono però imbattuti in casa, come Benevento e Frosinone. In campionato i friulani non perdono dall’1-2 subito dal Rimini in C il 26 gennaio 2019.

Ascoli a segno da 9 gare di fila, con 13 reti totali ed ultimo stop in Chievo-Ascoli 2-0 lo scorso 20 ottobre.

Quella di Zanetti è una delle 4 squadre cadette 2019/20 che segnano il maggior numero di reti con subentranti dopo 16 giornate: 4 le reti, come per Benevento, Frosinone e Perugia.

Probabili formazioni:

Pordenone (4-3-1-2): Di Gregorio; Vogliacco, Barison, Bassoli, De Agostini; Misuraca, Burrai, Pobega; Gavazzi; Strizzolo, Candellone. All. Tesser.

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Padoin, Gravillon, Brosco, D’Elia; Gerbo, Troiano, Cavion; Ninkovic; Scamacca, Ardemagni. All. Zanetti.

Arbitro: Sozza.

Diffidati:

Squalificati:

Precedenti segnalati da Football Data.

 

legab.it

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here