Pasquale Foggia: “Inzaghi ha fame di vittoria. I rinnovi contrattuali li affronteremo a tempo debito”. VIDEO

Il Benevento, dall’alto del suo primo posto in classifica, si appresta ad affrontare la sua prossima partita in campionato, ultima del girone di andata. Domani al “Vigorito” c’è l’Ascoli, allenato da Paolo Zanetti, che occupa la quinta posizione nella classifica del campionato cadetto. Sentiamo come il direttore sportivo Pasquale Foggia ci presenta la partita in conferenza stampa:

AVVERSARI: l’Ascoli è una squadra forte, bisogna stare attenti e affrontare questa sfida che racchiude tante insidie. Noi possiamo contare su tutto il gruppo tranne Sanogo e Rillo, la squadra sta bene e siamo pronti per questa sfida.

PUNTARE SU UN GRUPPO: dopo la retrocessione il presidente ha detto che era un progetto triennale. Lo scorso anno abbiamo fatto un campionato importante, c’erano alcuni con situazioni contrattuali difficile, abbiamo tenuto quelli su cui potevamo contare di più e abbiamo comprato calciatori importanti che hanno portato esperienza e qualità.

MERCATO: riempire le caselle in modo numerico per me non è calcio. Si mettono a disposizione dell’allenatore i giocatori adatti, quelli che abbiamo scelto a luglio sono i calciatori giusti, siamo comunque vigili sulle opportunità di mercato, ma se arriverà qualche elemento sarà puramente migliorativo.

MERITI DI INZAGHI: il pregio più importante che ha il mister è quello di aver cancellato la sua carriera di allenatore e con umiltà si è messo a lavoro con la stessa fame di quando scendeva in campo.

RUOLO DIRETTORE SPORTIVO: è difficile ma appassionante, perchè bisogna tener conto degli aspetti tecnici ed economici. Il calcio è come un’azienda, bisogna far quadrare i conti e noi abbiamo questo dato a cuore ma ho la fortuna di lavorare in una società seria che mi rende tutto più facile.

CALCIATORI IN PRESTITO A GENNAIO: i giovani non credo si muovano da Benevento, se qualcuno andrà via sarà solo per una squadra che esalti le loro caratteristiche, altrimenti stanno bene qui.

AD ASCOLI DA GIOCATORE: ho bellissimi ricordi perchè raggiungemmo una salvezza incredibile e quell’anno fui anche convocato per gli Europei Under 21. È una piazza importante e merita tanto.

BENEVENTO AL PRIMO POSTO PER GLI INGAGGI: è vero che siamo primi ma sono inclusi cinque che non sono nella rosa, senza di loro saremmo terzi o quarti. È vero che se prendi calciatori di un certo livello come Viola, Schiattarella, Sau e Kragl fai anche campionati importanti.

RINNOVI ARMENTEROS E CODA: oltre a loro ci sono anche quelli di Maggio, Gyamfy, Manfredini, Gori. Noi abbiamo grandi professionisti, sanno che in questo momento abbiamo un obiettivo di gruppo e dobbiamo tralasciare quello personale, poi a tempo debito affronteremo la questione rinnovi.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here