Craxi: Formica, ‘no atti compassionevoli, discutere su azione contro blocchi’

Roma, 19 gen. (Adnkronos) – “E’ in corso in questi giorni un atto liberatorio compassionevole. Si discute su come Craxi sia morto e perché non sia stato curato, ma si rimuove il problema vero: nel sistema di potere che si era formato in un Paese di frontiera come l’Italia, il Psi di Craxi esercitò un ruolo di anti-potere, proponendo elementi di dinamica e di rottura rispetto ai ‘blocchi’ consolidati, interno ed esterno”. Lo afferma Rino Formica, in un’intervista a ‘La Stampa’.

“Il Pd –a ben vedere- è un figlio di nessuno, non se ne conoscono il padre né la madre.Quale è -si chiede l’ex ministro delle Finanze- il suo Pantheon? Quali sono le sue radici? Qual è la sua storia passata da tutelare e da difendere, da correggere, da modificare e anche da ritrasmettere?Da cui ricavare le pulsioni positive e scremare quelle negative? Il Pd non ha collegamenti neppure con la storia del Pci, figurarsi se può esprimere una qualche idea su Craxi e sul nuovo corso socialista”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here