Inzaghi: “Abbiamo fatto qualcosa di straordinario ma dobbiamo tornare coi piedi per terra. Sono contento di Barba e Moncini”. VIDEO

Il Benevento si appresta ad affrontare la prima trasferta del girone di ritorno, prevista per sabato 25 alle ore 15:00 al “Tombolato” di Cittadella. I veneti, allenati da Roberto Venturato, occupano il quinto posto in classifica, con ben 17 punti di distacco dai giallorossi. Sentiamo come il tecnico Filippo Inzaghi ci presenta la partita in conferenza stampa: CONDIZIONE: ciò che più mi dispiace della gara contro il Pisa è aver perso due giocatori per infortunio. Meritavamo di vincere ma il calcio è così, anche se non voglio si dimentichi quello che abbiamo fatto. Dobbiamo tornare coi piedi per terra, consapevoli di aver fatto qualcosa di straordinario ma anche che non si potrà vincere sempre. INFORTUNATI: gli assenti sono Tuia e Tello, il primo rientrerà presto mentre per Tello i tempi sono più lunghi. Torna invece Hetemaj che ha smaltito l’influenza. CITTADELLA: meritano tutto il nostro rispetto, questa squadra non è di certo una sorpresa. Non mi aspettavo di avere questo vantaggio numerico consistente su di loro ma sarà un bel banco di prova. Lo abbiamo affrontato tante volte negli ultimi anni e spero sia l’ultima. I ragazzi stanno bene, del resto non si può pensare di andare in casa loro sottotono altrimenti partiamo sconfitti. DUBBI SULLA FORMAZIONE: ho i soliti dubbi ma manca ancora un giorno. Volta giocherà al posto di Tuia e se sta bene rientrerà Hetemaj. Ringrazio la società per aver acquistato un giocatore come Barba, giovane e forte che può essere utilizzato in più ruoli. Sono contento sia del suo acquisto che di quello di Moncini. MONCINI E BARBA: Moncini è appena arrivato e già l’ho fatto debuttare perchè lo vedevo pronto. Rappresenta il nostro futuro e verrà inserito gradualmente. Barba è in forma infatti ieri avrebbe giocato titolare col Valladolid nella Coppa di Spagna. Domani partirà con noi e potrà darci una mano appena ce ne sarà bisogno. CODA E MONCINI COME COPPIA DI ATTACCO: possono giocare insieme e l’ho già dimostrato contro il Pisa. È chiaro se ci sono loro due Sau può fare seconda punta o attaccante esterno, se ci sono Coda e Armenteros giocheremo con un altro sistema di gioco.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here