Cittadella-Benevento 1-2, Inzaghi passa pure a casa Venturato e vola verso la A: il racconto dal Tombolato

Succede di tutto al Tombolato, ma alla fine la spunta la capolista fra le proteste del pubblico per l’arbitraggio di Baroni di Firenze, che scontenta il Cittadella soprattutto per la distribuzione dei cartellini. Al 9′ la prima occasione del match per il Benevento: cross di Sau per il colpo di testa di Coda, che trova Paleari pronto a smanacciare. La partita nel primo tempo regala pochi spunti degni di nota, in apertura di ripresa l’episodio che cambia il corso del match. Adorni, già ammonito, commette fallo su Nicolas Viola e viene espulso. Il Benevento in superiorità numerica prima sfiora il vantaggio (palo di Caldirola al 22′, poi Paleari si supera su Insigne), ma l’occasione migliore capita a Stanco che sbaglia incredibilmente il vantaggio solo davanti a Montipò. Il Benevento colpisce al 25′ con l’ex Moncini, che di testa su cross di Letizia e sponda di Insigne mette dentro senza esultare. Il pareggio arriva al 31′: fallo di Letizia su Stanco e l’arbitro assegna il calcio di rigore. Letizia viene ammonito, il pubblico chiede il rosso ma Baroni non ha dubbi. Sul dischetto va Iori che non sbaglia e regala il pareggio ai granata. Al 41′ il Benevento torna in vantaggio: cross di Kragl, Maggio vince ampiamente il duello aereo con Benedetti e, di testa, trafigge Paleari regalando la gioia ai 400 tifosi della capolista arrivati al Tombolato

CITTADELLA – BENEVENTO 1-2

RETI: 25′ st Moncini, 31′ st rig. Iori, 41′ st Maggio

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari 6.5; Ghiringhelli 5.5; Perticone 6.5, Adorni 5, Benedetti 6; Proia 6.5, Iori 6.5, Gargiulo 6; D’Urso 6.5 (3′ st Frare 5.5); Stanco 6 (40′ st De Marchi sv), Luppi 7 (33′ st Pavan 5.5). A disposizione: Maniero, Mora, Rizzo, Ventola, Pavan, Bussaglia, Diaw, Rosafio, Vrioni. All, Venturato 6

trivenetogoal.it

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here