Shoah: reading mostre e incontri, così Palermo ricorda vittime Olocausto

Palermo, 26 gen. (Adnkronos) – Momenti di riflessione, mostre, libri e reading con studenti delle scuole. Palermo si mobilita per celebrare la ‘Giornata della Memoria’, ricorrenza internazionale per ricordare il dramma e le vittime dell’Olocausto. Quattro giorni di eventi che hanno preso il via già da mercoledì 22 gennaio e che si concluderanno martedì 28 gennaio con la deposizione di una targa in marmo in onore del premio Nobel per la fisica Emilio Segrè che a Palermo, prima dell’emanazione delle leggi razziali, trascorse alcuni anni della sua vita come professore ordinario di fisica sperimentale all’Università degli Studi e direttore dell’Istituto di fisica dell’ateneo.

“Anche quest’anno – sottolinea il sindaco di Palermo Leoluca Orlando – celebriamo il ‘Giorno della Memoria’ con tanti momenti di incontro e di riflessione dedicati alle vittime della Shoah, a conferma della profonda esigenza di risvegliare e custodire la memoria di quei tragici eventi”. Oggi, l’archivio storico comunale rimarrà aperto straordinariamente (dalle 9 alle 13) in occasione della visita guidata al quartiere ebraico della città.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here