Inzaghi: “Domani venite allo stadio e godetevi questo momento straordinario”. VIDEO

Il Benevento, dominatore assoluta del campionato di serie B, è alla vigilia della partita interna contro il Pordenone, prevista per domani alle ore 15:00. I friulani, allenati da Attilio Tesser, sono una delle sorprese di questo campionato e già all’andata avevano costretto al pareggio la corazzata giallorossa. Sentiamo, a tal proposito, le parole di mister Inzaghi in conferenza stampa: GIOVANI: vanno messi al momento giusto, vanno fatti crescere con calma e inseriti nel giusto contesto per non bruciarli. Domani abbiamo solo due titolari in panchina e poi dei giovani, sono bravi e se avremo bisognoso li utilizzeremo, dal momento che sono pronti e sono ragazzi che valgono. ALTERNATIVE: Sau può giocare in vari modi anche sacrificandosi in un ruolo non suo e Improta può giocare mezz’ala. Lui e Del Pinto sono molto importanti, Improta spacca sempre la partita quando entra nella ripresa ma potrebbe anche giocare dall’inizio. Ci penserò stanotte perchè ho vari dubbi. SEGRETO DI QUESTA SQUADRA: il vero segreto sono questi giocatori. Del Pinto non l’ho mai provato terzino destro, con tutte le alternative che avevamo, ma vista l’intelligenza del ragazzo è riuscito a giocare quella mezz’ora come ha fatto. Ho un ottimo staff, D’Angelo prepara bene i difensori e loro recepiscono al meglio, alla fine conta la qualità dei giocatori e i complimenti vanno a loro. Non mi fermano le indisponibilità, infatti nonostante abbiamo giocato per due volte in 10 contro il Perugia e il Cosenza abbiamo fatto sempre bene. Mi auguro che la gente si goda questi ragazzi e questo momento perché non si rivedrà mai più. So che saranno quindici leoni e vogliono fare parlare di loro, poi se sarà più forte il Pordenone lo accetteremo. A Cosenza erano molto felici per la vittoria e hanno dimostrato grande carattere. ELOGI DA TUTTO L’AMBIENTE CALCISTICO: mi fa piacere sentire queste parole ma non dimentico la griglia di inizio stagione quando ci mettevano dietro Empoli e Cremonese. Non è stato fatto ancora nulla, dobbiamo continuare su questa squadra e la lotta deve essere con noi stessi, perché se un giorno dovessimo andare dove tutti sogniamo non si potrà sbagliare più niente. TESSER: è un allenatore preparato che stimo molto. Il Pordenone è una bella realtà, lo era anche in Lega Pro, è una squadra preparata che fa dell’organizzazione societaria la sua forza. Hanno un mister esperto che sa vincere i campionati e possono crearci insidie se non saremo i soliti. OSCAR LEGA B: mi fa piacere ma il merito è di miei giocatori. Lo condivido col Benevento che ha creduto in me e col mio staff ma non mi interessano i premi personali. Sono stati sei mesi straordinari e mi auguro possa continuare così. ALTRI INFORTUNATI: penso sia l’ultima settimana d’emergenza anche perché ci sarà il rientro degli squalificati. Tello e Tuia dovrebbero essere disponibile per Chiavari, Gyamfi non riesce a recuperare per la ginocchiata ricevuta, Vokic ha bisogno di un po’ più di tempo e Basit di un’altra settimana. Kragl non ci sarà contro l’Entella ma penso che sarà disponibile per la partita successiva. IMPORTANZA DI CHIUDERE IL CAMPIONATO CON ANTICIPO PER INIZIARE LA PROGRAMMAZIONE: conoscendo la bravura del direttore penso stia già iniziando a programmare. Non ci voglio pensare, voglio che i ragazzi giochino come se dovessimo rincorrere e senza guardare gli altri. Si potrà perdere ma sempre a testa alta e non posso rimproverare nulla a questi ragazzi. UTILIZZO VAR: non l’abbiamo vissuta sulla nostra pelle ma sono favorevole, può aiutare gli arbitri e i guardalinee soprattutto per il fuorigioco e se utilizzato bene può dare grossi vantaggi

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here