Sandra Lonardo:” Giornata di grande insegnamento all’UniFortunato. Ringrazio il Rettore Acocella e Silvio Pezzotta”

Ringrazio il Rettore dell’Università Giustino Fortunato di Benevento, prof. Giuseppe Acocella, per l’invito al convegno “La forza della verità contro ogni forma di violenza”, tenutosi stamani.

Durante l’evento c’è stata la toccante testimonianza di un padre straordinario che ha avuto la capacità di “andare oltre”, aiutando chi ha partecipato all’assassinio della sua adorata Mariangela, a ritrovare la dritta via, allorquando la ex amica della figliola, era uscita dal carcere dopo aver scontato la pena che le era stata inflitta.

È stata questa una giornata di insegnamento per me e per i tanti giovani studenti presenti al convegno. Da subito ho portato nel cuore Silvio Pezzotta e la figlia Mariangela, vittima di violenza nel 2004 da parte delle bestie di Satana. La violenza, questo un tema troppo delicato, che necessita attenzione da parte di tutti… istituzioni, famiglie e scuola…
Tutti debbono sentire forte il senso di responsabilità e lavorare lasciando da parte appartenne anche politiche, per formare coscienze… perché solo attraverso una rivoluzione culturale che nasca già dalla famiglia, si possono educare le nuove generazioni alla libertà ed al rispetto dell’altro. Per questo sto lavorando in Senato ad un Ddl sui temi del bullismo e del Cyberbullismo. In Italia, le leggi ci sono, ma non vengono applicate in toto, questo il motivo per il quale tantissime donne non denunciano le violenze che subiscono… bisogna che si crei un clima di fiducia, di accoglienza, di protezione, per tutte quelle donne che vorrebbero denunciare abusi e soprusi… i centri antiviolenza, stentano a sopravvivere per mancanza di fondi… e questo è un problema serio… quello è il luogo dove ci si può recare e trovare amicizia, competenza, comprensione.
Mi auguro che ci possa essere una svolta positiva per essere di sostegno a quanti si prodigano per alleviare sofferenze ed a volte salvare anche vite umane.
Oggi con l’istituzione del posto occupato nella platea dell’università Giustino Forrunato, a ricordo di Mariangela, e delle tantissime donne che hanno perso la loro vita perché la violenza l’ha fatta da padrona, sono stata colpita nel profondo, mi sono commossa come poche volte, ed insieme a me i tantissimi partecipanti al convegno.
Una preghiera per Mariangela e per le tante donne che sono volate in cielo per una assurda violenza da parte di uomini insensibili.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here