Crisi a Palazzo Mosti. Luigi Boccalone:” Il PD non sosterrà mai Mastella.

Ci risiamo. Giunto al capolinea della sua amministrazione, preso atto che il giorno per  il ritiro delle dimissioni si avvicina, il Sindaco – parrebbe – cerca accordo politico con il PD.

In attesa di riscontri  – come da annuncio -, si reca al santuario volgendo preghiera alla Madonna per ottenere intercessione cristiana. Così scrive Luigi Boccalone iscritto al Partito democratico.

Nel frattempo le dichiarazioni rese alla stampa dal Sindaco e dalla Sen. Lonardo sono “ Salvini antipatico” “Salvini quaqquaraqua’” . Mai alcuna dichiarazione politica di spessore ma semplici asserzioni all’indirizzo di  Salvini solo perché costui ha dichiarato che nell’area di centro destra non potrà esserci posto per l’attuale Sindaco.

In ragione di tanto il Sindaco è pronto ad accordo con il centro sinistra!!!!!!!!!!!

Non v’è chi non vede che le dichiarazioni del Sindaco non hanno alcunchè di politico, alcun costrutto politico, alcuna prospettiva di ampio respiro per la comunità che oggi amministra, ma solo ed esclusivamente la salvaguardia di un proprio ed esclusivo interesse politico. Interesse politico che dura da tanto tempo e sempre nella prospettiva di salvaguardare se stesso alla faccia dei tantissimi lillipuziani.

Questa totale indifferenza verso la città ha portato – secondo indicatori di ricerca nazionale – all’arretramento sullo stato di vivibilità di Benevento e ad un tasso di disoccupazione giovanile mai registrata. Su tali tematiche non vi è stata mai una presa di posizione o coscienza da parte del Sindaco.

Detto ciò ribadiamo che il Sindaco deve trovare la maggioranza al suo interno in quanto il PD non farà mai accordo alcuno né presterà consenso nell’addossarsi responsabilità amministrative che hanno quale unico responsabile l’attuale Sindaco p.t.:  soprattutto non farà accordo in quanto il nostro credo politico è antitetico al modus operandi del primo cittadino- 

Sarebbe però opportuno che tutti gli schieramenti politici facciano chiarezza affinchè non sia più consentito il ”transito a convenienza” secondo interessi politici personali.

Questo consentirebbe finalmente di liberarsi di coloro abituati a continui cambi di casacca.  

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here