Conversazione con Angelo Polimeno Bottai “ALTO TRADIMENTO Privatizzazioni, Dc, euro: misteri e nuove verità sulla svendita dell’Italia”

Mercoledì 19 febbraio 2020, alle ore 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, presso la sede sociale di Piazzetta G. Romano 15, Telese Terme (BN), ospita il Dott. Angelo Polimeno Bottai. All’incontro, coordinato dal Prof. Felice Casucci, si presenta il libro Alto tradimento. Privatizzazioni, Dc, euro: misteri e nuove verità sulla svendita dell’Italia, Rubbettino Editore, 2019.

Questo testo, «come nessuno altro finora, getta nuova luce sulle vere origini del declino dell’Italia. Attraverso un percorso storico basato su documenti e testimonianze del tutto inediti e messi a disposizione da chi ha avuto responsabilità di governo importanti e dirette, ricostruisce vicende cruciali della nostra storia recente. Tra queste: le privatizzazioni, la gigantesca dismissione dell’apparato industriale dello Stato contrassegnata da feroci scontri politico-economici e avvenuta con procedure e condizioni di aspra lettura; il Patto di Piazza Borghese, una trattativa segreta per far rinascere un grande partito dei moderati erede della Dc che ha coinvolto le massime autorità istituzionali, della politica ed ecclesiastiche, che interessi estranei a quelli comuni hanno fatto fallire e che viene rivelata su queste pagine per la prima volta; il via libera dell’Italia allo stravolgimento dei Trattati europei con spericolati quanto illegittimi artifizi giuridici. Tutte operazioni che recano il segno di un ristretto gruppo dirigente. Sempre lo stesso.»

Tutti i video relativi agli incontri sono visibili sul canale YouTube della Fondazione.

Angelo Polimeno Bottai, nato a Roma nel 1959, è vicedirettore del Tg1. Esperto di politica italiana e internazionale, ha lavorato anche a Il Tempo diretto da Gianni Letta e con Bruno Vespa a Porta a Porta. Ha già pubblicato: Non chiamatelo Euro(2015); Repubblica atto terzo (2012); Presidente ci consenta (2011).

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here