TELESINA, SEN. RICCIARDI INTERROGA MINISTRO TRASPORTI SU MANTO STRADALE E LAVORI AL 2022

La senatrice del M5S Sabrina Ricciardi ha inviato un’interrogazione a risposta scritta al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti per la messa in sicurezza del manto stradale della SS 372 “Telesina” e sull’appaltabilità al 2022 del secondo lotto dei lavori che dovrebbero interessare la statale in questione. “Premesso che  – sostiene la Ricciardi – la Strada Statale 372 “Telesina” collega lo svincolo autostradale di Caianello della A1 Milano-Napoli con la Strada Statale 88 a nord del territorio comunale di Benevento; ha uno sviluppo di circa 69 Km e presenta una sola corsia per senso di marcia. L’infrastruttura da tempo necessita di un adeguamento a 4 corsie, 2 per senso di marcia, a beneficio di un territorio totalmente isolato e carente dal punto di vista dei collegamenti; il progetto definitivo di adeguamento a quattro corsie è stato approvato dal consiglio di amministrazione di Anas il 20 novembre 2017, data in cui si avviò la procedura per la localizzazione e la dichiarazione di pubblica utilità. Nella seduta Cipe del 28 febbraio 2018 il progetto definitivo fu esaminato con esito favorevole: furono avviate e parzialmente completate le attività propedeutiche alla progettazione esecutiva (topografia, indagini geognostiche e sismiche, indagini sulle strutture, indagini archeologiche preliminare e campi prova per i pali di fondazione); nel mese di giugno 2019, Anas ha reso noto l’aggiornamento dell’appaltabilità della S.S.372  “Telesina”, in forza del quale fu stabilito che per l’adeguamento a 4 corsie del 2° lotto dell’infrastruttura, occorreva un incremento dei tempi dovuto al completamento della progettazione da sviluppare e dell’iter autorizzativo (CSLP, CdS, VIA); la motivazione derivava dal fatto che – a seguito dell’approvazione del progetto definitivo con delibera Cipe 8/2018 – la Corte dei Conti aveva avanzato dei rilievi riscontrando la mancata convocazione delle Conferenze dei Servizi, del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e l’ottemperanza Via; le criticità evidenziate dalla magistratura comportarono il ritiro della citata delibera Cipe. Nel mesedi dicembre 2018, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti sanò il vulnus che di fatto aveva bloccato l’avanzamento dei lavori, dedicandosi ad una nuova istruttoria finalizzata alla richiesta di una nuova delibera Cipe di approvazione del progetto definitivo. Il che ha comportato, per l’appunto, uno slittamento dell’appaltabilità dal 2019 al 2022; successivamente, in data 20 dicembre 2019, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di gara del 1º lotto”. “Considerato che – aggiunge il senatore del M5S – nonostante i numerosi autovelox collocati dalle amministrazioni dei comuni che la S.S.372 attraversa, il Sannio ha un elevato tasso di mortalità. Il dato è supportato da un recente studio pubblicato da Aci e Istat, cui si aggiunge la denuncia di cittadini e comitati sanniti stufi di riscontrare la media di un morto al mese per incidente stradale; in particolare, nel corso del 2018, per ogni 100 incidenti registrati sulle strade sannite, ben 5,3 sono risultati fatali per le vittime. Un dato impietoso, dunque, ben 3,4 punti in più rispetto alla media nazionale ferma a 1,9 decessi per ogni 100 incidenti. Addirittura 4,3 punti in più rispetto alle virtuose Milano, Monza, Rimini e Ascoli-Piceno; inoltre, il rischio che si verifichino incidenti è intensificato dall’elevato transito di autovetture e autocarri di notevoli dimensioni che ogni giorno attraversano la strada anche per dirigersi nelle regioni limitrofe, approfittando del risparmio temporale offerto da questo percorso viario; considerato infine che con un comunicato stampa del 6 aprile 2018 Anas ha illustrato gli interventi eseguiti e in programma sulla S.S.372 ribadendo “che (oltre ad aver provveduto, nell’immediato, al ripristino puntuale di alcuni avvallamenti presenti lungo il piano viabile, sia con il proprio personale di esercizio, sia con l’ausilio di ditte di manutenzione), procederà entro il mese in corso ad effettuare un intervento di manutenzione ordinaria finalizzato, in prima istanza, al ripristino  della pavimentazione in punti maggiormente ammalorati, attraverso l’installazione di cantieri mobili.(…) Entro il mese di maggio, poi, verrà avviato un più ampio intervento di rifacimento di alcune porzioni della pavimentazione già previsto mediante Accordo Quadro per un impegno di spesa di oltre 2,7 milioni di euro; risulta all’interrogante che ad oggi la S.S.372 presenta unicamente rattoppi del manto stradale non adeguati a garantire la sicurezza del tratto stradale, che continua a rappresentare un costante pericolo al transito veicolare”. La senatrice Ricciardi pertanto chiede di sapere se il Ministro in indirizzo intenda perseguire iniziative che possano velocizzare i lavori al fine di sanare i ritardi dovuti all’aggiornamento dell’appaltabilità del secondo lotto al 2022; se, anche alla luce dei dati raccolti sugli incidenti stradali verificatisi, ritenga di accertare gli interventi effettuati da Anas sulla S.S.372 e, nel caso, di valutare le opportune iniziative al fine di garantire lavori di rifacimento del manto stradale utili alla messa in sicurezza della rete stradale in questione nonché di provvedere ad un adeguamento della segnaletica volta a disciplinare e prevenire i comportamenti rischiosi”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here