E’ in edicola il quinto numero del quindicinale Realtà Sannita, diretto da Giovanni Fuccio.

“Restiamo uniti, restiamo vigili ma soprattutto restiamo a casa” è l’accorato appello di Clemente Mastella ai cittadini. Dell’emergenza Coronavirus e di molto altro il sindaco di Benevento ne ha parlato in una lunga intervista rilasciata al direttore Fuccio. “Quando ne usciremo chiederemo al Governo tutto quanto sarà necessario per ripartire. Mi mancano molto i miei nipotini che vivono al Nord. Sandra è quasi sempre a Roma per i suoi impegni istituzionali. Alle regionali ora non ci penso proprio”.

Con il suo editoriale: “Ferite da sanare ma non solo” Mario Pedicini affronta in maniera circostanziata il tema dell’urbanistica a Benevento: “La città – scrive – non ha saputo rimarginare le ferite dei bombardamenti del 1943. Potrebbe provare a sistemare gli effetti delle improvvisazioni degli anni del boom”.

Ampio spazio, poi, all’emergenza da Covid-19 con i seguenti servizi giornalistici: “La paura del contagio si esorcizza cantando” di Annamaria Gangale; “La scuola in tempo di pandemia” di Antonino Iorio; “Il virus cinese ha cambiato il nostro stile di vita, ecco cosa fare per non annoiarsi” di Giuseppe Chiusolo; “Benevento ha risposto con disciplina e responsabilità” di Marisa Zotti Addabbo; “La libertà ai tempi del Coronavirus” di Luigi Rubino; “Io resto a casa perché…” di Elena Calabrese; “Preghiera di monsignor Felice Accrocca alla Madonna delle Grazie”.

Servizi giornalistici sulla crisi epidemica anche dal comprensorio sannita-irpino: “A Montesarchio tutti si sono adeguati alle nuove norme” di Lucia De Nisi; “Anche Pietrelcina è off-limits” di Miriam Masone; “A Foglianise s’invoca San Rocco patrono della peste” di Nicola Mastrocinque; “Paduli pronto a fronteggiare il Coronavirus” di Giancarlo Scaramuzzo; “Con la sua mascherina Gianfranco Marchese buca gli schermi di mezzo mondo” di Pasquale Russo.

Le pagine di questo numero, inoltre, contengono un bellissimo ricordo su “Clemente Cassese e il suo giornalismo gentile” a firma di Giovanni Fuccio. “Il Cavaliere Coccolato” scrive Mario Pedicini; invece le gemelle Ernestina e Lesina Cassese sottolineano: “Nostro padre era una persona in armonia con se stesso, la famiglia, gli amici, il lavoro e la vita!”.

E ancora: “Un racconto di Lino Picca. Così era Cervinara negli anni ‘60” di monsignor Pasquale Maria Mainolfi; “La vicenda artistica dell’altro Vorrasi, Pio” di Antonio Florio.

Paginone sul Benevento Calcio a cura di Gino Pescitelli e Andrea Orlando, con foto a colori di Arturo Russo, mentre Autilia Testa scrive: “Francesca Addabbo promessa del Taekwondo”.

Infine, le consuete rubriche: “Appunti al volo” e “Protagonisti al traguardo” di Mario Pedicini; “Sesto Potere” di Carlo Delasso; quindi spazio all’ilarità con la “sgrammaticata” lettera dell’emigrante.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here