Coronavirus, ok a decreto scuola: colloquio per la maturità e niente esami di terza media

Se le scuole non dovessero riaprire prima del 18 maggio, gli esami di maturità saranno sostituiti da un ampio colloquio

E’ stato approvato a Palazzo Chigi il decreto Scuola al cui interno sono contenute le misure per la conclusione dell’anno scolastico in corso. Non ci dovrebbero essere novità rispetto alla bozza già divulgata la scorsa settimana. Quindi esami di maturità solo con la prova orale qualora le lezioni non dovessero riprendere entro il 18 maggio.

Agli esami di Stato saranno tutti ammessi e, per gli altri, dovrebbero essere istituiti corsi di recupero dall’1 settembre. Infine nella valutazione finale peserà anche quanto portato avanti con la didattica a distanza.

Al termine del Cdm, la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina illustrerà il contenuto del dl in conferenza stampa.

 IN TERZA MEDIA NO ESAME MA ELABORATO CANDIDATO

Se non si potrà rientrare in classe entro il 18 maggio si provvederà alla “sostituzione dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione con la valutazione finale da parte del consiglio di classe che tiene conto altresì di un elaborato del candidato”. E’ quanto prevede il decreto sulla scuola, approvato oggi in Consiglio dei ministri.

LIBRI TESTO CONFERMATI PER PROSSIMO ANNO

I libri di testo del corrente anno scolastico 2019-20 sono confermati anche per il prossimo anno. E’ quanto prevede il decreto sulla scuola, approvato oggi in Consiglio dei ministri.

CONFERMATI CONCORSI PER ASSUNZIONE DOCENTI

Nel decreto si legge ancora: “Fermi restando i limiti e le restrizioni circa lo svolgimento di tutte le prove stabilite dalle procedure concorsuali, durante lo stato di emergenza, il ministero dell’Istruzione può bandire i concorsi per il l’assunzione di personale docente ed educativo”.

AGENZIA DIRE

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here