#IoRestoaCasa ai tempi del Coronavirus  ma vi racconto tutto con un corto.

Vivere questo momento di preoccupazione e di divisione sociale non soltanto come un male necessario ma anche come una possibilità di espressione, un’occasione per raccontarsi. È questo che propone il Multisala Gaveli con l’iniziativa #IoRestoaCasa ai tempi del Coronavirus, un invito a tutti i cittadini bloccati in casa per il lockdown a prendere in mano la telecamera, la webcam o il cellulare per realizzare un proprio filmato, per dar vita alle proprie idee attraverso le immagini.
Il cinema Gaveli, infatti, invita tutti a spedire il proprio lavoro, della durata massima di 5 minuti, all’indirizzo email [email protected] (utilizzando il servizio we transfer per l’invio dei file). Non c’è preclusione di linguaggio ne altra limitazione alla libertà espressiva, ogni genere e ogni tipologia di racconto è bene accetta, in quanto contributo per cercare di raccontare e di esorcizzare il difficile momento che stiamo vivendo e per dare sfogo alla creatività di giovani e meno giovani in questi giorni di quarantena forzata a casa.
Uno sguardo dalla finestra o dal balcone, la ripresa di un momento della propria giornata, la videochiamata a un parente o l’elaborazione di un proprio pensiero, tutto può essere un soggetto di narrazione utile a spiegare le nostre sensazioni ai tempi del Coronavirus.
Con questa iniziativa il Multisala Gaveli aderisce all’iniziativa lanciata dal Comune di Benevento “RESTO A CASA MA NON MI ANNOIO”, una proposta che il sindaco Mastella ha fatto ai cittadini, per cercare di stimolare la creatività di ognuno di loro al fine di impiegare i giorni della clausura in maniera costruttiva con realizzazioni artistiche e prodotti creativi.
In questo contesto il cinema si candida ad essere, come storicamente è sempre stato, strumento catartico e di condivisione. Una selezione dei lavori presentati infatti (a cura di Velia Giannuzzi del Gaveli e del direttore artistico del Festival Corto e a capo Umberto Rinaldi) verrà proiettata durante una serata di visione e presentazione che potrà diventare al contempo occasione di riflessione su ciò che la minaccia Coronavirus ha rappresentato per gli italiani chiusi in casa ma anche momento di celebrazione per il ritrovato senso di comunità e di libertà. L’iniziativa prevede anche la proclamazione di un vincitore che si
aggiudicherà 2 abbonamenti da 10 ingressi.
Piccole raccomandazioni tecniche: ogni contributo dovrà essere accompagnato da un breve testo in cui è riportato il vostro nome, la data e il luogo; riprendi in orizzontale; mettiti a favore della luce; riprendi sia gli spazi esterni che gli interni della tua quarantena; lunghezza massima di cinque minuti.
L’Italia è chiusa ma non si ferma!

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here