Il Sindaco di San Nazzaro invita i concittadini a non abbassare la guardia

Cari sannazzareni mi vedo costretto a chiedervi un ulteriore sforzo in termini di correttezza dei comportamenti e responsabilità. Come evidenziato più volte da istituzioni e autorità sanitarie, questa nuova fase dell’emergenza Covid si presenta per certi aspetti ancor più pericolosa delle precedenti perché un ritorno al “lockdown” determinerebbe conseguenze catastrofiche per la tenuta sanitaria ed economica del sistema Paese. Guai, allora, ad allentare troppo l’attenzione. Eppure devo dirvi che nelle ultime ore mi sono giunte numerose segnalazioni relative a comportamenti non in linea con le disposizioni normative ancora vigenti. In particolare nei pressi dei bar, come poi ho avuto modo di constatare direttamente, molte persone – e soprattutto i ragazzi – hanno evaso l’obbligo di utilizzare le mascherine e di mantenere il distanziamento sociale. Un errore che non possiamo permetterci e che al momento ci costringe a tenere ancora chiusa la Villa Comunale. Comprendo il sollievo e la gioia per le riconquistate libertà (ce le siamo meritate) ma proprio per questo l’invito è a non rimetterle in discussione. Vi comunico che ho già acquisito dalla forze dell’ordine la disponibilità a intensificare i controlli sul nostro territorio. Voglio ancora confidare, però, nel senso di responsabilità di tutti noi, di una comunità che nella prima fase dell’emergenza ha dato prova di unità e prudenza. Dei pericoli del contagio, anche e soprattutto negli ambienti familiari, ormai conoscete tutto e ritengo superfluo evidenziarli ancora. Insistere in comportamenti sbagliati, però, vorrebbe dire anche mettere a rischio (viste le ordinanze in vigore per tutto il territorio regionale) la prosecuzione delle attività per chi soltanto da pochi giorni, dopo una lunga e grave chiusura forzata, ha potuto rialzare le serrande. Anche per rispetto nei loro confronti, dunque, chiedo a tutti di indossare le mascherine e di mantenere il distanziamento sociale.
Ribadisco e concludo: in Campania permane l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico. Non sono soggetti all’obbligo esclusivamente i bambini al di sotto dei sei anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.
Certo della collaborazione di tutti, un caro saluto. Forza San Nazzaro

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here