A Benevento il XXVI Congresso della Gioventù Federalista Europea

 

La giovanile del Movimento Federalista Europeo, fondato 80 anni fa da Altiero Spinelli, si riunisce a Benevento, tra l’1 e il 3 dicembre, per il suo XXVI Congresso nazionale.

Nel 2023 le parole “guerra” e “nazionalismo” sono tornate prepotentemente nel dibattito pubblico europeo. Serve costruire un’Europa federale, per ridare alle giovani generazioni la speranza che sia possibile costruire un mondo di libertà e di pace. Dopo che il Parlamento europeo ha formalmente richiesto l’avvio di un processo di riforma dei Trattati e con le elezioni europee alle porte, la Gioventù Federalista Europea si ritrova per discutere la strategia dei prossimi due anni e per rinnovare i propri vertici nazionali.

La giornata di venerdì 1 dicembre si aprirà alle ore 18.00, presso la Sala Letture di Palazzo De Simone, con l’evento dal titolo “Verso le elezioni europee, per una riforma dei Trattati?”. Strutturato in forma di dibattito tra le giovanili di partito con a tema le prossime elezioni europee e le priorità dei giovani a esse relative, l’incontro sarà aperto dal Sindaco Clemente Mastella, dal Rettore dell’Università degli studi del Sannio Gerardo Canfora e dal Presidente dell’associazione DEMMIS Guido Maria Varricchio.

Vedrà la partecipazione di Caterina Cerroni (Segretaria, Giovani Democratici), Maicol Pizzicotti Busilacchi (Segretario Internazionale, Gioventù Nazionale), Luca Boccoli (Portavoce, Giovani Europeisti Verdi), Matteo Hallisey (Membro della segreteria, +Europa), Giulia Parenti (Responsabile Europa, Azione), Fiorenza Ceniccola (Coordinatrice locale, Forza Italia Giovani) e Chiara Favo (Responsabile formazione giovani locale, Movimento 5 Stelle). La moderazione dell’incontro sarà affidata al Segretario Generale della Gioventù Federalista Europea Matteo Gori, le conclusioni al Presidente della Gioventù Federalista Europea Gianluca Bonato.

Sabato 2 dicembre, dopo i saluti di Luisa Trumellini (Segretaria, Movimento Federalista Europeo), Christelle Savall (Presidente, Young European Federalists), Domenéc Ruiz Devesa (Presidente, Union of European Federalists), Brando Benifei (Spinelli Group), Maria Cristina Pisani (Presidente, Consiglio Nazionale Giovani), Mariasophia Falcone (Direttrice, Eurobull), Antonella Tartaglia Polcini (Assessore, Benevento) e Gaetano Natullo (Direttore dipartimento DEMM, Università del Sannio), sempre alla Sala Letture di Palazzo De Simone, avrà il via l’evento statutario vero e proprio.

In mattinata si svolgerà la relazione della Segreteria uscente e la prima sessione di dibattito, ad aprirla, alcuni esponenti delle associazioni della società civile non-partitica italiana, a partire dalla firmatarie del Patto per l’Europa, siglato a Lampedusa lo scorso 30 Settembre: Simone Romagnoli (Giovani delle ACLI), Anna Tafuri (Europiamo), Emanuela Gitto (Giovani di Azione Cattolica), Giulio Saputo (Movimento Europeo Giovani) e Michele Fiorillo (Natura Comune). Con loro, anche Alessandro Fortuna (Giovani della UIL), Gianluca Torelli (CGIL Giovani), Daniela Patti (Volt) e i federalisti Nikos Chircop (JEF Europe) e Tobias von Gostomski (JEF Deutschland).

Nel pomeriggio sarà presentato il Toolbox del progetto “COYV – Youth vote!” e sarà sperimentata una delle sue metodologie. Quindi, si terrà la seconda sessione di dibattito, con conseguenti repliche della Segreteria. La giornata si chiuderà con l’elezione del Comitato Federale e del Collegio dei Probiviri della Gioventù Federalista Europea.

Domenica 3 dicembre, i delegati al Congresso voteranno gli emendamenti alla Mozione di Politica Generale e il documento nella sua interezza. Si insedierà poi il nuovo Comitato Federale per l’elezione del prossimo Ufficio di Segreteria e della prossima Direzione Nazionale.

ARTICOLI CORRELATI