ALLOGGI VIA SARAGAT, RISPOSTA AL SUNIA E APU AVVOCATO TIZIANA GENITO LEGALE DEGLI ASSEGNATARI

In merito alla nota diffusa in queste ultime ore dal Sunia e dall’Apu, relativa all’accordo transattivo che consentirà agli assegnatari degli alloggi di via Saragat di poter finalmente diventare proprietari degli immobili, mi preme fornire alcuni chiarimenti nell’interesse dei miei assistiti. 

Innanzitutto mi corre l’obbligo di fugare ogni dubbio sulla reale sottoscrizione dell’accordo transattivo, da me personalmente siglato in data 28 settembre 2021 nella sede Acer di Napoli in qualità di legale degli assegnatari, unitamente al Presidente ed al Direttore Generale dell’Agenzia. 

Chiarite le ragioni di preoccupazione in merito alla reale esistenza dell’accordo, che sicuramente sarà fornito dall’Acer nei tempi e nei modi previsti dalla legge, tengo a sottolineare la modalità partecipativa che ha caratterizzato la fase istruttoria della transazione: un percorso iniziato da tempo e compiuto anche alla presenza degli assegnatari che, tra l’altro, hanno potuto ascoltare dalla diretta voce dei vertici dell’Agenzia l’evoluzione della vicenda. 

Si tratta di un accordo transattivo, esito conclusivo di 20 anni di contenziosi, in cui mai si era addivenuto ad alcuna intesa nonostante le innumerevoli sentenze di condanna a carico dell’ex  Iacp di Benevento. Nulla c’entra, pertanto, il bilancio della Regione Campania in approvazione o il piano triennale delle Opere Pubbliche. 

Quello raggiunto è un risultato importante per i miei assistiti, che non può essere in alcun modo screditato proprio per la possibilità di estendere l’accordo anche ad altre situazioni analoghe. 

Quando sono in gioco interessi tanto rilevanti non credo sia né opportuno né corretto disseminare dubbi senza riscontri. 

D’altra parte sono gli stessi assegnatari che possono testimoniare l’intensa attività tecnica tutt’oggi in corso finalizzata alla stipula degli atti pubblici entro il termine prefissato del 30 ottobre.

Avv. Tiziana Genito

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here