Bitcoin: crolla ai minimi da agosto, seduta da dimenticare per criptovalute

Roma, 21 gen. – (Adnkronos) – Seduta da dimenticare per le criptovalute che risentono pesantemente delle tensioni geopolitiche, del calo del Nasdaq e delle mosse delle banche centrali. Per il Bitcoin il calo al momento è intorno al 7,50% a quota 39 mila dollari: in ventiquattr’ore la criptovaluta più diffusa ha perso circa 4 mila dollari di valore, mentre rispetto ai massimi storici di inizio novembre il calo è superiore al 40%.

Male anche altre importanti criptovalute, con Ethereum in calo di quasi il 9% a 2880 dollari. Secondo i dati di CoinMarketCap, il crollo delle due principali criptovalute ha cancellato in totale circa 140 miliardi di dollari di capitalizzazione. Sempre rispetto ai massimi di inizio novembre (quando il Bitcoin superò quota 67 mila dollari) sono andati bruciati circa 1000 miliardi di dollari di capitalizzazione sul mercato delle criptovalute.

Ad accentuare la discesa sono state anche le decisioni della banca centrale russa che ha annunciato una bozza di proposta che vieterebbe tutti gli scambi di criptovalute e la loro estrazione su quello che è uno dei principali mercati per questo tipo di strumenti. I regolamenti proposti vieterebbero tutte le emissioni e le operazioni di criptovaluta, bloccherebbero gli investimenti in criptovaluta da parte delle banche e vieterebbero qualsiasi scambio di criptovaluta con valute tradizionali in Russia.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here