Boffa: intervenire per evitare riduzione corse ferroviarie al Sud

“Ho chiesto al Ministro Bianchi quali iniziative intenda adottare – ha dichiarato l’on. Boffa – di concerto con Trenitalia, per evitare la soppressione delle relazioni in questione. Tali rivisitazioni dell’offerta, rischiano di produrre un serio ridimensionamento del servizio a svantaggio delle regioni meridionali che risulterebbero così ulteriormente isolate dalle grandi arterie di comunicazione e di interscambio verso il Nord del Paese e verso l’Europa. Le ultime soppressioni andrebbero inoltre ad aggiungersi a quelle già attuate con l’orario invernale 2006-2007 che aveva visto il taglio di ben 4 treni ricadenti nella zona di competenza di Benevento”.“Le decisioni di Trenitalia sono dunque in netto contrasto con i futuri scenari che investiranno la stazione di Benevento, con particolare riguardo al potenziamento della linea ad Alta Capacità ferroviaria Napoli-Bari – ha aggiunto l’on. Boffa – Un progetto diventato obiettivo condiviso delle istituzioni locali, della Regione e del Governo nazionale. Nell’ambito di questo importante progetto, la stazione ferroviaria di Benevento, per la sua centralità, diventerà uno snodo fondamentale che potrà offrire ulteriori opportunità di crescita per un territorio e una provincia in cui è crescente la domanda di mobilità, sia per i cittadini, sia per il traffico merci”.“È necessario quindi – ha concluso l’on. Boffa – che il ministro Bianchi si faccia carico di questa situazione intervenendo presso Trenitalia per scongiurare l’ipotizzata soppressione dei treni in questione. La stazione di Benevento, proprio per le prospettive che da qui a qualche anno le si apriranno, ha bisogno di essere potenziata e non ridimensionata, così come i collegamenti che uniscono le regioni meridionali al Nord del Paese e all’Europa. Un governo che pone il Sud al centro della sua azione e della sua agenda è chiamato ad essere coerente in tutte le sue scelte”.

ARTICOLI CORRELATI