**Calcio: grande consenso club Serie A per Vezzali, ‘ha capito necessità revisione sistema e autonomia Lega’**

Roma, 9 feb. (Adnkronos) – Ha ricevuto un grande consenso da aparte dei club di Serie A lettera di risposta pacificatrice di Valentina Vezzali alla richiesta di intervento da parte della Lega A nella quale la sottosegretaria chiede a Lega e Figc un “confronto” per sciogliere le divergenze sulla riforma dello statuto richiesto dalla Figc. Dopo la lettera di risposta della Vezzali sono tantissimi i club, a quanto apprende l’Adnkronos, che hanno telefonato direttamente alla sottosegretaria come il presidente del Milan Paolo Scaroni o il ceo dell’Atalanta e neo-eletto vicepresidente della Lega Serie A, Luca Percassi o club che hanno risposto per lettera o messaggio come la Lazio di Claudio Lotito che ha “ringraziato la Vezzali per l’interessamento” ed ha “espresso tutta la propria vicinanza all’opera di revisione del sistema sportivo e calcistico in particolare da lei messo in atto”, volta “all’introduzione di riforme ispirate all’innovazione e al consolidamento delle garanzie di autonomia proprie dell’ordinamento stesso”.

Anche il numero uno dell’Empoli Fabrizio Corsi ha “ringraziato sentitamente” la Vezzali, condividendone “l’auspicio per la costituzione di un tavolo con la Figc al quale è sin d’ora invitata”, sottolinea Corsi “per avviare un percorso comune al fine di attuare le riforme di cui il calcio italiano ha urgente necessità”. A ringraziare la Vezzali anche tanti altri club, dal Genoa, alla Fiorentina, passando per lo Spezia, l’Inter, il Verona, il Napoli, la Sampdoria, l’Udinese e la Juventus. La Vezzali a tutti ha spiegato che il suo è un intervento per “normalizzare la situazione e senza voler alimentare lo scontro”. L’obbiettivo, a quanto si apprende, è voler mettersi al centro della costruzione e non nella divisione, come ruolo di governo “nel costruire un percorso di pace”, perchè solo così si può trovare sviluppo. Secondo la Vezzali “nessuno capirebbe, soprattutto chi è stato colpito dalla pandemia”.

ARTICOLI CORRELATI