Circolo territoriale “D’Alessandro” Coordinamento Provinciale Azione Giovani

L’amministrazione D’Alessandro, in attesa della costruzione del nuovo terminal… avrebbe previsto un doppio terminal: uno nella zona ferrovia, l’altro nella zona S. Colomba, facendo pure transitare, con fermata, i pulmann presso l’attuale terminal , dando così la possibilità a studenti e lavoratori di raggiungere con facilità le destinazioni. Di più, il progetto dell’amministrazione di centro-destra disegnava il nuovo terminal bus, grazie alle risorse del PIT Padre Pio, nel triangolo nodale per i flussi stazione -rotonda dei Pentri – svincoli autostradali. Questa scelta realizzava almeno due grandi obiettivi: il primo riguardava l’intermodalità treno-autobus, (e chi viaggia sa bene quanto e’ importante) restituendo strategicità e infrastrutture al rione ferrovia, il secondo obiettivo era quello di riqualificare un’area (l’attuale terminal) rendendola a servizio e sostegno della pedonalizzazione del corso Garibaldi- riqualificazione centro storico-isolamento arco Traiano. L’amministrazione Pepe, senza badare a spese, e non prima di aver perduto i soldi del Pit Padre Pio, improvvisa la ricollocazione del terminal nella Rotonda delle Scienze, incredibilmente senza uno straccio di programmazione per una scelta che e’ strategica per la città . Anche quest’anno sicuramente gli autobus sosteranno sull’attuale area di via Sandro Pertini e studenti e lavoratori si ritroveranno con gli stessi problemi di sempre: area dissestata, mancanza di pensilina per ripararsi dalla pioggia, scarsa sicurezza in considerazione dei numerosi pulmann che si muovono sulla stessa area, ingorgo dell’area nelle ore di punta.. Il circolo D’Alessandro e il coordinamento Provinciale di Azione Giovani ritengono pertanto che il problema del terminal vada risolto in via definitiva, realizzando le opportune infrastrutture per una civile accoglienza dei numerosi giovani e lavoratori che dalla provincia raggiungono quotidianamente la città.Luca Ricciardi.Enzo Bozzelli.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here