Completamento dei giardini di Palazzo Mosti


Il progetto di completamento dei giardini di Palazzo Mosti è finalizzato a consentire la piena fruibilità del collegamento tra via dei Mulini e via Annunziata a completamento dell’intervento di Mobilità Sostenibile che, a sua volta, era teso: a migliorare l’accessibilità al centro storico e agli uffici comunali, a ridurre il traffico veicolare nelle aree poste a ridosso delle mura longobarde e ad abbattere le barriere architettoniche esistenti.

L’intervento per la realizzazione del percorso – giardino di Palazzo Mosti nella sua globalità ha quindi previsto l’abbattimento totale dei manufatti esistenti, la realizzazione di un pilastro a sostegno dell’adiacente fabbricato di proprietà privata, la realizzazione di una scala d’accesso dai giardini a via Annunziata, il rivestimento in marmo di Trani dei gradini della scala e del vialetto che corre lungo tutto il giardino, il rifacimento dei muretti in confine con la proprietà privata adiacente, la realizzazione di un impianto di irrigazione, la sistemazione a verde del giardino e la realizzazione di un impianto di illuminazione del percorso e del verde.

In particolare, nel giardino verrà messo a dimora un prato in zolle e verrà realizzata una siepe di alloro e di cipressi per schermare l’adiacente
proprietà privata. Inoltre, verranno messi a dimora mandorli, pruni da fiore, aranci, pini austriaci sempreverdi e ligustri, oltre che arbusti in cespugli come le cotonastre, la lavanda, il loropetalum e il cedro americano.

La scelta delle diverse essenze arboree e arbustive è stata effettuata in funzione della volontà di creare un piccolo giardino variegato, in cui i diversi tipi di piante, da quelle sempreverdi da fiore a quelle da frutto, possano, durante il corso dell’anno e dunque delle diverse stagioni, determinare scenari diversi, in base alle fioriture e al colore delle foglie. A tal proposito va segnalato che ci si è orientati principalmente verso piante che hanno bisogno di poca acqua e che meglio si adattano ad un piccolo giardino pubblico.

Il completamento dell’ascensore, del quale al momento è stata già realizzata la gabbia strutturale in acciaio corten, consentirà infine ai diversamente abili di poter accedere da via dei Mulini a Palazzo Mosti, dove nei mesi scorsi è stato installato un altro ascensore in modo da permettere loro l’accesso ai vari uffici comunali e abbattere definitivamente le precedenti barriere architettoniche.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here